Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

ARSENALE SEQUESTRATO A SAN GIORGIO

ARSENALE SEQUESTRATO A SAN GIORGIO

Nel corso della perquisizione sono state trovate numerose armi tra le quali, pistole, fucili, munizioni clandestini nascosti nel fondo di un pianoforte a coda mentre il fucile nascosto a bordo di un’auto. Arrestati due giovani e tradotti nel carcere di Piazza Lanza di Catania.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

ARSENALE SEQUESTRATO A SAN GIORGIO –

Arsenale sequestrato a San Giorgio. La Polizia di Stato ha sequestrato a Catania un deposito di armi e munizioni e una ingente somma di denaro in contanti nell’abitazione di due persone che abitavano nel quartiere San Giorgio. Le manette sono scattate per Agatino D’Agata, 40 anni e Alessandro Damiano Privitera, 24.
Gli arrestati sono stati accusati di detenzione illegale di armi comuni da fuoco e di armi clandestine, ricettazione e detenzione illegale di munizionamento. Nel corso della perquisizione sono state trovate quattro pistole, di cui tre semiautomatiche ed una rivoltella, tutte con matricola abrasa e molti proiettili. Le armi, ben nascoste, sono state trovate dagli agenti della squadra mobile in una cavità ricavata nel fondo di un pianoforte a coda in salotto.
Durante le ricerche, in una cassaforte che era stata murata nella camera da letto di D’Agata, gli agenti hanno rinvenuto una somma di denaro. Altri 27mila euro erano nascosti insieme a proiettili parabellum e un caricatore per pistola celati in una intercapedine della parete accanto alla cassaforte, il cui lato più corto era stato tagliato.sequestro_arsenale_san_giorgio_catania
Inoltre, nel garage di D’Agata gli agenti hanno trovato alcuni veicoli, tra cui un Renault Kangoo, dove era nascosto un fucile calibro 12 con la matricola abrasa e uno zaino con all’interno una cartucciera e molti proiettili. Dopo l’interrogatorio i due arrestati sono stati tradotti nella casa circondariale di Piazza Lanza a Catania.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook