Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

TERRORISTI A DACCA NEL BANGLADESH, SICILIANA TRA I MORTI

TERRORISTI A DACCA NEL BANGLADESH, SICILIANA TRA I MORTI

Terroristi assassini a Dacca uccidono venti ostaggi, alcuni dei quali italiani. Una siciliana potrebbe essere tra i tanti italiani morti. L'esercito compie un blitz e salva tredici persone. Agghiaccianti le testimonianze dei superstiti, colpivano con il machete e risparmiavano solo chi sapeva recitare il Corano. Lo chef argentino Diego Rossini racconta da sopravvissuto l'attacco del commando terrorista.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

TERRORISTI A DACCA NEL BANGLADESH, SICILIANA TRA I MORTI –

Terroristi a Dacca nel Bangladesh, siciliana tra i morti. La Farnesina informa che i connazionali deceduti nell’attacco terroristico di questa notte a Dacca sono: Adele Puglisi (imprenditrice, della provincia di Catania), Marco Tondat, Claudia Maria D’Antona, Nadia Benedetti, Vincenzo D’Allestro, Maria Rivoli, Cristian Rossi, Claudio Cappelli e Simona Monti.
Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, rende noto che: “Sono nove le vittime italiane accertate finora”. Poi l’annuncio di cordoglio:”Siamo vicini alle famiglie, siamo consapevoli di dover rispondere al terrore”.
Le fonti dell’esercito riferiscono che dopo il blitz delle forze speciali che ha messo fine all’atto terroristico sono rimasti uccisi almeno venti civili e la maggior parte sarebbero ‘italiani e giapponesi’.
Diego Rossini, uno chef argentino sopravvissuto all’attacco del commando terrorista che ha assaltato ieri sera un bar-ristorante nella capitale del Bangladesh, racconta il dramma vissuto: “Tra i clienti che probabilmente sono morti c’era anche una signora siciliana molto conosciuta che vive a Dacca da oltre venti anni”. Sempre Rossini ha riferito che: “Al momento dell’attentato nel ristorante c’erano due tavoli di clienti italiani, uno composto da circa sette persone e l’altro da tre. Siamo sicuri che alcuni sono morti. Ne conoscevo molti, erano clienti eccellenti e anche amici. Molti erano impresari. Erano passate da poco le 20 e 30, io ero nella zona della cucina dove escono i piatti. C’era poca gente, per fortuna. Poteva essere una tragedia molto più grande. Il problema è che di questi venti clienti almeno dieci erano italiani. Io mi sono salvato perché sono salito sul tetto, ho continuato a sentire gli spari e il rumore delle persone che venivano uccise. Sono saliti a cercarci sul tetto e allora mi sono dovuto lanciare facendo una brutta caduta. Sono salvo, però”.
Uno degli ostaggi tratti in salvo, racconta che i fondamentalisti dell’Isis avrebbero bangladesh_dacca_strage terroristica_hasiarisparmiato solo chi sapeva recitare versi del Corano, sgozzando gli altri con lame affilate. Tra gli assalitori un terrorista ferito è stato arrestato, è quanto ha riferito la premier del Bangladesh Sheikh Hasina. Tredici ostaggi sono stati liberati e sei assalitori sono stati uccisi.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook