Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

INCENDI: MIGLIORA LA SITUAZIONE IN SICILIA

INCENDI: MIGLIORA LA SITUAZIONE IN SICILIA

La situazione è in miglioramento grazie al calo delle temperature e del vento. Resta ancora qualche incendio attivo. Riaperte le autostrade e la Statale 113. Intanto in prefettura a Palermo riunione con il ministro Alfano per fare il punto della situazione.

 

 

INCENDI: MIGLIORA LA SITUAZIONE IN SICILIA –

Incendi: migliora la situazione in Sicilia. L’isola è ancora interessata da numerosi incendi, anche se l’emergenza che ieri aveva causato gravi danni e forti disagi sta lentamente rientrando, come conferma la centrale operativa della Protezione Civile regionale, anche grazie al calo del vento e delle temperature, che ieri in alcune zone hanno superato i 46 gradi. In questo momento sono in azione complessivamente sei Canadair, in diverse zone dell’isola, a supporto delle squadre di vigili del fuoco e forestali impegnate nelle operazioni di spegnimento.
l’Anas, in merito agli incendi che si sono sviluppati ieri nella zona settentrionale della Sicilia, comunica che la situazione è tornata alla normalità. “Gli incendi nell’hinterland del palermitano, che avevano colpito le autostrade A19 Palermo-Messina-Catania e A29 Palermo-Mazara del Vallo, nonché la strada statale 113 ‘Settentrionale Sicula’ – si legge in una nota – sono stati estinti tra la serata di ieri e l’alba di oggi”. In provincia di Messina, nel corso della notte, erano divampati altri due incendi che avevano colpito la statale 113, rispettivamente a Gioiosa Marea e a Capo d’Orlando, ma sono stati spenti nella mattinata di oggi.
In riferimento ai disagi che si sono verificati nei collegamenti ferroviari i maggiori problemi si registrano sulla tratta Palermo – Messina, tra Termini e Sant’Agata di Militello, dove sono ancora in corso i lavori di ripristino della tratta. Rete ferroviaria italiana comunica che non è ancora possibile fare una previsione circa i tempi di riattivazione del servizio. Il collegamento viene garantito in questo momento tra Sant’Agata di Militello e Palermo con bus sostitutivi. Stamane sono stati ripristinati i collegamenti Palermo-Termini Imerese e Messina-Sant’Agata. Inoltre, i servizi Palermo-Catania e Palermo-Agrigento sono assicurati con l’effettuazione di tutte le corse programmate e senza limitazioni.incendio_canadair
Il ministro dell’interno Angelino Alfano, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti e il capo del dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio questa mattina si sono incontrati in prefettura a Palermo per fare il punto della situazione, alla quale hanno partecipato anche i rappresentanti delle istituzioni locali e i prefetti delle zone interessate.
Il ministro degli Interni, Angelino Alfano durante l’incontro tecnico a Palermo spiega: “La situazione è sotto controllo”.
Per tornare alla normalità, però avverte Alfano, servirà qualche giorno. Così come per la conta dei danni, ingenti secondo la Coldiretti e alcuni sindaci. Poi, Alfano avverte che sarà una task force, voluta dal ministro, a fare la conta, poi con gli elementi in mano, la Regione dovrà valutare se richiedere lo stato di calamità che per il ministro non dipende solo dalla volontà del governo centrale.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook