Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PALERMO RECORD DI FURTI IN ABITAZIONI

PALERMO RECORD DI FURTI IN ABITAZIONI

Il sindacato di polizia pubblica i dati sull’attività del corpo. Tra la casistica enunciata in una nota il Consap cita Trapani con il più alto tasso di rapine in appartamento, Palermo come capitale italiana tra le grandi città con 13,8 assalti ogni 100mila abitanti.

 

 

PALERMO RECORD DI FURTI IN ABITAZIONI –

Palermo record di Furti in abitazioni. In una nota Igor Gelarda, dirigente nazionale e segretario provinciale del sindacato di polizia Consap afferma che il capoluogo di provincia con il più alto tasso di rapine in appartamento è Trapani, 14,4 rapine in abitazione ogni 100 mila abitanti, seguito a ruota da Palermo, capitale italiana, tra le grandi città, con 13,8 assalti ogni 100 mila abitanti. Nella nota il responsabile afferma che: “Basta scorrere le cronache degli ultimi mesi per capire quanto il problema interessi la nostra isola. Ed è proprio dell’altro ieri la notizia della rapina in appartamento ai danni di una signora di 81 anni in un quartiere periferico di Palermo, Bonagia. La donna, attirata fuori dall’appartamento con un inganno, è stata poi legata e imbavagliata. Mentre appena un anno fa le video camere a circuito chiuso ripresero la brutale rapina in appartamento con vittima una donna sola, sempre a Palermo, nel quartiere Zisa”. L’esponente sindacale aggiunge che: “Purtroppo questo tipo di criminalità, che si inserisce in un quadro di minore sicurezza nelle nostre città, vede Palermo ai primi posti. Una città dove la sicurezza nelle strade sta diventando una utopia e dove si registrano ormai quotidianamente furti e rapine di ogni tipo e con vittime di ogni genere: turisti, negozi, anziani e minori”. Gerlanda inoltre conclude: “meno si investe in sicurezza, meno sicurezza si avrà nelle strade e nelle case dei cittadini. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti. È una equazione logica auto_polizia_7semplicissima: mancano le risorse, mancano i poliziotti e la sicurezza diventa latitante”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook