SCIOPERO AMT A CATANIA, CITTÀ IN SUBBUGLIO

SCIOPERO AMT A CATANIA, CITTÀ IN SUBBUGLIO

Allerta traffico a Catania, autobus fermi dalle ore 10 alle 18. Una giornata caotica per i trasporti pubblici. Per i cittadini si prospettano disagi. I lavoratori si scusano con gli utenti e chiedono alle istituzioni che venga trovata una soluzione per salvare l’azienda e l’occupazione.

 

 

SCIOPERO AMT A CATANIA, CITTÀ IN SUBBUGLIO –

Sciopero Amt a Catania. Il personale dell’azienda metropolitana trasporti di Catania ha proclamato  otto ore di sciopero. Quindi, oggi i bus dell’Amt si fermeranno a partire dalle 10 fino alle 18, nel contempo una parte dei dipendenti terranno un sit-in nello spazio adiacente alla sede dell’azienda.  Prenderanno parte alla manifestazione i sindacati Cisal e Confsal, mentre un’altra parte del personale manifesterà in corteo fino in Prefettura.
Quella di oggi è una giornata caotica per i trasporti pubblici, per i cittadini si prospettano disagi. Invece, per i lavoratori dell’azienda metropolitana trasporti e per i sindacati che chiedono risposte concrete, è un momento importante per il loro lavoro. I lavoratori chiedono alle istituzioni che venga trovata una soluzione per salvare l’azienda e l’occupazione. In una nota la Cgil scrive: “L’Amt conta una decina di milioni di debiti che la Regione ha smesso di pagare da almeno un anno, ed è urgente dare seguito a quanto concordato nei mesi scorsi con l’amministrazione comunale: subito un ‘tavolo di lavoro’ sul trasporto Amt con l’assessore regionale Pistorio, deputati regionali, Regione, Comune e parti sociali. La richiesta è stata più volte reiterata dai sindacati senza ottenere alcun seguito. È di questi giorni la notizia che se non saranno adeguati i chilometraggi e i relativi fondi collegati, gli esuberi in pianta organica saranno inevitabili”.
Quindi, una ipotesi al vaglio potrebbe essere un intervento sulla pianta organica e sacrificando una parte dei lavoratori. Secondo il cosiddetto piano B esposto dell’assessore al ramo Girlando, una possibile risoluzione del problema che possa dare sollievo economico all’azienda e quindi evitare non possano uscire i mezzi perché guasti, come successo nelle ultime settimane, sarebbe quella di applicare i contratti di solidarietà ai dipendenti. Ipotesi che i sindacati respingono con fermezza. In merito, Giovanni lo Schiavo Fast Confsal spiega: “Chiediamo scusa ai cittadini. Sin dall’inizio la nostra battaglia ha avuto come unico scopo la salvezza dell’Amt, patrimonio di tutta la città. Ci batteremo affinché non siano i dipendenti a subire le conseguenze di una gestione che, fino a due anni fa, ha assunto autisti. Ci facciano capire come hanno fatto dal momento che già allora la AUTOBUS_CATANIAsituazione economica era delicata. Delle due, l’una o ci hanno preso in giro all’epoca, o lo stanno facendo adesso”. I sindacalisti non perdono la speranza, e chiedono alle istituzioni e al primo cittadino che è garante, di lasciar perdere le promesse e Trovare soluzioni concrete per rimettere in sesto l’azienda.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook