Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

OMICIDIO FARO BISCARI CATANIA, BLOCCATI GLI ASSASSINI

OMICIDIO FARO BISCARI CATANIA, BLOCCATI GLI ASSASSINI

Agenti della Squadra mobile di Catania hanno fermato due romeni che avrebbero ucciso il connazionale Vasile Pop il 2 maggio scorso. Uno di loro è stato bloccato in Friuli Venezia Giulia.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

OMICIDIO FARO BISCARI CATANIA, BLOCCATI GLI ASSASSINI –

Omicidio faro Biscari. La polizia di Catania ha fatto luce sulla morte del romeno Vasile Pop, aggredito e assassinato il 2 maggio scorso in uno stabile abbandonato di via San Giuseppe la Rena, vicino al Faro Biscari. Dopo l’omicidio i due sono fuggiti da Catania. Gli agenti della squadra mobile che hanno indagato sul delitto hanno fermato i presunti assassini che sarebbero due connazionali che sono stati arrestati. I poliziotti li hanno bloccati, con la collaborazione di altri uffici della polizia in Sicilia e in Friuli Venezia Giulia. Sono finiti in carcere con l’accusa di omicidio: Daniel Rezmuves e Florin Lingurar, entrambi di 28 anni. Dopo l’omicidio i due sono fuggiti da Catania. Già la polizia scientifica sul luogo del delitto aveva trovato tracce di sangue. Inoltre gli investigatori hanno scoperto che un cittadino italiano, il quale saltuariamente frequentava lo stabile per incontrare una donna rumena, aveva visto due individui di origine rom, indicati con i nomi di ‘Custura’ e ‘David’, mentre malmenavano con un bastone il povero Pop.
Inoltre, altri romeni hanno confermato che i due erano soliti chiedere alla vittima denaro e cibo, sottoponendolo a continue vessazioni. In diverse occasioni, quando Pop si era rifiutato di assecondare le loro richieste, i due aguzzini lo avevano violentemente picchiato. Gli investigatori presumendo che i due presunti killer potessero espatriare hanno esteso le ricerche in campo nazionale. Lingurar è stato arrestato a Licata in arrestati_omicidio_faro_biscari_polizia_auto_7provincia di Agrigento dove aveva trovato rifugio, ospite di connazionali. Rezmuves è stato bloccato dalla polizia di frontiera di Gorizia nel pomeriggio del 13 maggio, all’interno di un furgone in uscita dal territorio nazionale in direzione della Slovenia nel quale viaggiavano alcuni cittadini romeni.

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook