Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PRESUNTO INCIDENTE IN SCOOTER, PAPÀ MUORE, SALVO IL FIGLIO

PRESUNTO INCIDENTE IN SCOOTER, PAPÀ MUORE, SALVO IL FIGLIO

La vittima è Giovanni Querulo, 53 anni che sarebbe morto in un presunto incidente stradale. Al vaglio degli inquirenti il racconto lacunoso del ragazzo di 19 anni: non è stato trovato il mezzo e non si capisce come i due siano arrivati al pronto soccorso.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

PRESUNTO INCIDENTE IN SCOOTER, PAPÀ MUORE, SALVO IL FIGLIO –

Presunto incidente in scooter. Giovanni Querulo, 53 anni, è morto stamane dopo essere stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Vittorio Emanuele di Catania insieme al figlio Mario, 19 anni. Secondo il racconto del giovane che si è salvato, lui e il padre avrebbero avuto un incidente stradale mentre viaggiavano su uno scooter. Pare che il mezzo non sia stato trovato e non è ancora chiaro come i due abbiano raggiunto il pronto soccorso. Il ragazzo è stato già dimesso, il padre, purtroppo, è deceduto dopo il ricovero. La polizia locale, si sta occupando del caso. Intanto, si sta vagliando il racconto di Mario Querulo, che presenterebbe lacune e contraddizioni.ambulanza

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook