Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

TAROCCAVANO VEICOLI RUBATI PER RIVENDERLI

TAROCCAVANO VEICOLI RUBATI PER RIVENDERLI

Print Friendly, PDF & Email

 

 

TAROCCAVANO VEICOLI RUBATI PER RIVENDERLI –

Taroccavano veicoli rubati per rivenderli. Scoperta dalla Polizia un’officina, sulla Statale 117 bis a Gela, gestita da un carrozziere di 33 anni. Secondo gli investigatori sarebbe stata la base operativa di una banda che gestiva un traffico di automobili e motocicli rubati. Il traffico di automobili e motocicli rubati è stato scoperto, a Gela dalla Polizia. Nel “centro di taroccamento” i veicoli rubati venivano smontati e i pezzi recuperati venivano poi assemblati per ricomporre altri autoveicoli da riciclare come “usato pulito”. La polizia ha denunciato per ricettazione cinque persone (tra cui un minorenne) sequestrato cinque auto, un ciclomotore, decine di pezzi di ricambio, libretti, targhe, punzoni per modificare i numeri di telai. Quando gli agenti hanno fatto irruzione nell’officina i fermati stavano lavorando su una Smart, una Renault Twingo e un autocarro Ducato. Secondo gli investigatori, uno dei denunciati, un uomo di 27 anni, con precedenti per furto, aveva trasformato la sua abitazione (garage e due piani del fabbricato) in “negozio per autoricambi”.
Nei giorni scorsi, la polizia aveva scoperto e sequestrato una moto da cross rubata a Ragusa che era stata nascostaauto_polizia_7 tra decine di pacchi in un furgone diretto in Germania. Inoltre, a una coppia di gelesi sono stati sequestrati un autocarro Iveco e una Fiat 500. Mentre un ciclomotore, di provenienza illecita, è stato sequestrato a un minorenne che è poi stato segnalato in questura.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook