Archiviato in | Musica, Spettacolo

TEATRO BELLINI, ORCHESTRA AL MASSIMO, BRAVO HOWARD

TEATRO BELLINI, ORCHESTRA AL MASSIMO, BRAVO HOWARD

Al Bellini di Catania i “Grandi interpreti” sono i Maestri dell’Orchestra del Teatro Massimo che hanno emozionato non soltanto per la maestria che li contraddistingue, ma anche, questa volta più del solito, per virtuosità ed eleganza. Bello poter ammirare sul palco volti compiaciuti che si complimentano a vicenda e l’orgoglio del Direttore nel presentare i musicisti.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

TEATRO BELLINI, ORCHESTRA AL MASSIMO, BRAVO HOWARD –

Teatro Bellini. Ieri sera, al Teatro Massimo Bellini di Catania, la prima delle due serate sinfoniche del “Ciclo Grandi Interpreti” con il pianista e compositore australiano Leslie Howard. A rubare la scena, tuttavia, è stata proprio l’Orchestra del Teatro Massimo che ha dato il meglio di sé specialmente nei Due episodi dal Faust di Nikolaus Lenau di Franz Listz e direttore_manuli_orch_teatro_bellinine L’apprenti sorcier di Paul Ducas.
Leslie Howard, infatti, è intervenuto sul palco solo per il Totentanz più qualche fuori programma, sempre al pianoforte, eseguito con passione e maestria tra gli applausi del pubblico. Egregia esibizione, troppo breve, però, per chi si aspettava qualcosa in più.
L’Orchestra del Teatro Massimo Bellini, diretta dal Maestro Antonino Manuli, infatti ha emozionato non soltanto per la maestria che la contraddistingue, ma anche – questa volta più del solito – per virtuosità ed eleganza. Bello poter ammirare sul palco volti compiaciuti che si complimentano a vicenda e l’orgoglio del Direttore nel presentare i suoi musicisti e i loro strumenti. Una menzione particolare, tra le molte personalità del Bellini, va all’Ottavino in posizione centrale che, abbandonata alla musica, nelle sue pause ascoltava estasiata l’esecuzione dei compagni.
E così, tra i pizzicati sui violini, la magia dell’arpa, la tragicità di contrabbassi e violoncelli, l’atmosfera creata dalle percussioni e le melodie dei fiati, ci si è persi in una dimensione parallela coronata da un finale disneyano de L’apprenti sorcier che ha regalato un po’ di magia a tutti i giovani e meno giovani che hanno avuto il piacere di assistere a questo particolare evento.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook