Archiviato in | Arte e Cultura, Incontri, Mostre, Musei

SGARBI PRESENTA IL ‘MUSEO DELLA FOLLIA’

SGARBI PRESENTA IL ‘MUSEO DELLA FOLLIA’

Museo della follia: Ligabue e Ghizzardi incontrano la città di Catania

Print Friendly, PDF & Email

 

SGARBI PRESENTA IL ‘MUSEO DELLA FOLLIA’ – VIDEO

sgarbi_presenta_museo_della_follia_ctSgarbi. apre ufficialmente al pubblico il Museo della follia che ospita al Castello Ursino di Catania opere di Antonio Ligabue e Pietro Ghizzardi. Dal 22 aprile e fino al 23 ottobre 2016 è possibile vedere oli, sculture e disegni di Ligabue, dipinti di Ghizzardi, sculture di Cesare Inserillo e centinaia di opere sulla pazzia create dal 1600 a oggi.
Un allestimento ben fatto, perfettamente incorniciato tra le mura del Castello e ben amalgamato con i reperti già presenti all’interno. Vittorio Sgarbi, ideatore del museo, si dice emozionato e stupito dall’equilibrio e dalla bellezza di questa impostazione catanese del tutto innovativa rispetto alle precedenti collocazioni a Matera e Mantova: «Sono felice che la vostra città abbia una mostra così varia e così bella – ha detto – il luogo in cui è posto il museo dà senso alla follia e il Museo della Follia dà senso al patrimonio di questo straordinario Castello.»
La follia è proprio il filo conduttore di quella che Sgarbi precisa non essere una semplice mostra, ma un museo: luogo in cui è possibile vedere e ammirare qualcosa di finito e di morto, come il terrore e la totale assenza di umanità degli ospedali psichiatrici del passato. E in effetti al Castello Ursino di Catania ci sono tante sorprese: dalle mummie inaspettate, agli oggetti usati negli ospedali del terrore, documenti e vecchie foto, volti sbiaditi che accompagnano e completano la bellezza e la profondità delle straordinarie opere “folli” di artisti del calibro di Antonio Ligabue e Pietro Ghizzardi.
Il museo, visitabile fino al 23 ottobre 2016, segue i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 19:00 e sabato, domenica e festivi fino alle 20:30. Sono previste riduzioni di costi per gruppi, bambini e studenti universitari. Per maggiori informazioni www.museodellafollia.it

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook