Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

YUSUPHA, DIMESSO DALL’OSPEDALE TORNA A CASA

YUSUPHA, DIMESSO DALL’OSPEDALE TORNA A CASA

Yusupha Susso, dopo l’aggressione, lascia l'ospedale dopo diversi giorni di ricovero e ritorna a casa. L’extracomunitario era stato ferito a Palermo con alcuni colpi di pistola. La triste vicenda aveva suscitato indignazione tra i cittadini del capoluogo siciliano. Soddisfatto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

YUSUPHA, DIMESSO DALL’OSPEDALE TORNA A CASA –

Yusupha Susso, il gambiano di 21 anni ferito nei giorni scorsi a colpi di pistola in via Maqueda a Palermo ha lasciato oggi l’ospedale dove era ricoverato per tornare nella propria abitazione. Il sindaco Leoluca Orlando in merito alla buona notizia della normalizzazione delle condizioni di salute di Yusupha ha espresso soddisfazione: “Questa è davvero una bella notizia segno della ormai guarigione del ragazzo a cui, anche a nome dell’intera Amministrazione e di tutti i palermitani, auguro ogni fortuna”. Una volta dimesso dal nosocomio dove era ricoverato e rientrato a casa, il giovane sarà anche raggiunto dai suoi genitori che potranno arrivare a Palermo dal Gambia grazie all’intervento della società ‘Gesap’ che sosterrà i costi del viaggio. il Comune, d’intesa con la Consulta delle Culture si costituirà Parte Civile nel processo contro l’aggressore del gambiano e sosterrà i costi della permanenza in città dei Yusupha_Susso_pagenitori. Nei giorni scorsi il primo cittadino, accompagnato dal Presidente della Consulta delle Culture Adham Darawsha, dall’assessore Giusto Catania e dall’atleta Rachid Berradi, si era recato in ospedale per una visita a Yusupha.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook