Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

SERRA DI CANNABIS SCOPERTA IN UN DEPOSITO

SERRA DI CANNABIS SCOPERTA IN UN DEPOSITO

I carabinieri della locale stazione hanno scoperto un magazzino adibito a serra con 544 piante e 11 chili di marijuana già essiccata. Le manette sono scattate per un muratore di 39 anni.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

SERRA DI CANNABIS SCOPERTA IN UN DEPOSITO –

Serra di cannabis. a Partinico  in provincia di Palermo, i carabinieri hanno scoperto un deposito adibito a serra per la coltivazione di cannabis. I militari dell’Arma hanno arrestato Giuseppe Vaccaro, 39 anni, muratore. L’accusa è coltivazione di cannabis. Il magazzino si trova nei pressi dell’abitazione di Vaccaro e all’interno sono state trovate 544 piante di cannabis di altezza, tra i 15 e i 70 centimetri. All’interno del fabbricato vi era stato istallato un sistema di ventilazione, climatizzazione e illuminazione alogena che era allacciato abusivamente alla rete elettrica pubblica. Nel corso dell’ispezione sono stati rinvenuti quattro sacchi di plastica che contenevano 11 chili di marijuana già essiccata. In casa dell’accusato durante la perquisizione, è stato trovato un revolver calibro 38 con matricola abrasaserra_cannabis_scoperta_partinico e 138 cartucce, nascosto in una cassetta di derivazione dell’impianto elettrico. L’arma è stata sequestrata e inviata al Ris. Vaccaro è stato posto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook