CROCETTA: NO A CHIUSURA PARCHI E RISERVE, IMPIEGHIAMO I FORESTALI

CROCETTA: NO A CHIUSURA PARCHI E RISERVE, IMPIEGHIAMO I FORESTALI

In riferimento alla chiusura annunciata di 21 aree in Sicilia, il presidente Crocetta è intervenuto sull’argomento che: "Esiste un problema di contributi ai gestori, ma non di personale. Presenteremo un emendamento per rimpinguare i fondi".

 

 

CROCETTA, NO A CHIUSURA PARCHI E RISERVE, IMPIEGHIAMO I FORESTALI –

Crocetta no a chiusura parchi e riserve.  Il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta è intervenuto riguardo la sospensione delle attività in 21 riserve a partire da Sabato prossimo. Il provvedimento era stato comunicato dal dirigente del dipartimento Ambiente della Regione alle associazioni ambientaliste e ai gestori delle aree. Crocetta in merito alla vicenda ha tuonato: “Parchi e riserve senza personale? Lo trovo veramente surreale in una Regione che ha 24 mila forestali, 1.200 guardie armate del corpo forestale e altre migliaia di precari. È vero, c’è un problema di contributi ai gestori, ma certamente non di personale”. Crocetta, inoltre, ha annunciato che convocherà il dirigente e l’assessore all’Ambiente, Maurizio Croce, per provvedere “immediatamente” all’utilizzo del personale in carico alla Regione. Il capo della Giunta regionale aggiunge: “Intanto presenteremo un emendamento crocetta_9al disegno di legge stralcio per rimpinguare i fondi del capitolo relativo alla gestione delle riserve, risorse che abbiamo provato ad aumentare già durante la discussione della manovra finanziaria ma trovando il no dell’Assemblea siciliana”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook