SCUOLA: MINISTRO GIANNINI A PALERMO

SCUOLA: MINISTRO GIANNINI A PALERMO

Il ministro Giannini a Palermo: "Nell'Isola il concorso della scuola offrirà opportunità a tanti giovani”. Poi aggiunge che sono: “In arrivo 438 milioni per le università del Sud". Per quanto riguarda il concorsone, in Sicilia risultano 18mila domande per 4mila cattedre.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

SCUOLA: MINISTRO GIANNINI A PALERMO –

Scuola, Ministro Giannini a Palermo. A margine di un incontro di partito, il ministro dell’istruzione Stefania Giannini intervistata dai i giornalisti è intervenuta sull’argomento concorsi e lavoro dicendo: “Per la Sicilia abbiamo un impegno concreto su scuola e università. Il concorso della scuola che si apre ufficialmente il 28 aprile con la prima prova ha 18 mila candidati dalla Sicilia, per 4 mila posti nella regione. Il profilo dell’insegnante che uscirà dal concorso è di una persona di nemmeno 40 anni, giovani che porteranno il proprio contributo al processo di stefania_gianniniinnovazione”. Poi, nel corso di un suo intervento la Giannini ha aggiunto: “Il piano nazionale della ricerca con le politiche per l’università è l’asse prioritario per il Paese e ci sono 438 milioni per una parte del Paese che si chiama Sud”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook