Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

MESSINA: MINORENNE CHIUSA IN CASA PER 4 ANNI DAI GENITORI

MESSINA: MINORENNE CHIUSA IN CASA PER 4 ANNI DAI GENITORI

Sono finiti in manette, una coppia di filippini, genitori di una diciassettenne. La minorenne poteva uscire dalla propria camera solo per mangiare e sovente la sottoponevano a percosse. La giovane è riuscita a chiedere aiuto dopo essersi fatta notare da un passante visto dalla finestra.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

 

MESSINA: MINORENNE CHIUSA IN CASA PER 4 ANNI DAI GENITORI –

Messina. Una coppia di coniugi di nazionalità filippina,46 anni lui e 43 lei, avrebbero segregato in casa per anni la figlia adolescente. I Carabinieri della stazione di Messina Camaro li hanno arrestati con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona. I genitori avrebbero costretto la ragazza, oggi 17enne, a vivere in totale isolamento all’interno della propria camera da cui poteva uscire solo per consumare i pasti. L’adolescente sarebbe stata privata anche dell’istruzione scolastica.
L’orrenda storia avrebbe avuto inizio nel 2012, quando la ragazza sarebbe stata prelevata dai genitori e condotta a Messina. Prima del trasferimento alloggiava presso uno zio paterno, a Roma, e frequentava la terza media. Arrivata nella sua nuova casa, i genitori le avrebbero rasati a zero i capelli e le avrebbero proibito di uscire e di farsi vedere da chiunque. La giovane in questi anni sarebbe stata abusi_violenzasottoposta a percosse con un bastone di legno in diverse occasioni.
Ieri mattina la vittima approfittando dell’assenza dei genitori è riuscita ad attirare l’attenzione di un passante che ha contattato subito i carabinieri.
I militari, una volta entrati nell’abitazione, hanno scoperto che la porta di casa poteva essere aperta solo dall’esterno, e che la finestra del balcone che dava sulla strada era stata chiusa con una grata in ferro. Con la ragazzina viveva il fratello minorenne, privato anch’egli dell’istruzione scolastica. I minori sono stati affidati ai servizi sociali e ospitati in una casa famiglia.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook