Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA: GAMBIZZATO IL CANTANTE MIRKO LAVEZZI

CATANIA: GAMBIZZATO IL CANTANTE MIRKO LAVEZZI

Nunzio Luigi Lombardo, cantante neomelodico conosciuto come Mirko Lavezzi, è stato ferito in un agguato nel quartiere di San Cristoforo. Sentito dalla polizia non ha saputo fornire indicazioni utili per identificare l’aggressore. La Procura ha aperto un'inchiesta.

 

 

CATANIA: GAMBIZZATO IL CANTANTE MIRKO LAVEZZI –

Catania. Si chiama, Nunzio Luigi Lombardo 34 anni, in arte Mirko Lavezzi di professione cantante neomelodico, la notte scorsa è stato gambizzato a Catania. Il colpo di arma da fuoco lo ha raggiunto alla gamba destra ferendolo. La sparatoria è avvenuta nel rione San Cristoforo precisamente, in via Sardo. La vittima è stata soccorsa e trasportata subito al pronto soccorso. Le sue condizioni non sono state ritenute gravi dai medici e si attende la prognosi. Interrogato dalla polizia, non ha saputo fornire indicazioni utili per identificare l’autore del gesto. Sulla vicenda la Procura di Catania ha aperto un’inchiesta. L’inchiesta è condotta della Squadra mobile coordinata da Antonio Salvago. Gli lavezzi_poliziainquirenti seguono tutte le piste ma quella privilegiata è potrebbe essere quella riconducibile alla sfera personale.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook