Archiviato in | Spettacolo, Teatro

TEATRO STABILE CATANIA: IN SCENA LA CAGNOTTE

TEATRO STABILE CATANIA: IN SCENA LA CAGNOTTE

il lavoro andrà in scena per la regia di Walter Pagliaro, scene e costumi di Luigi Perego, musiche di Germano Mazzocchetti, con Pippo Pattavina, Gian Paolo Poddighe, Vittorio Viviani, Giovanni Argante, Valeria Contadino, Fulvio D’Angelo, Margherita Mignemi, Riccardo Maria Tarci, Alessandro Idonea, Michele Arcidiacono, Pietro Casano, Luciano Fioretto, al pianoforte Giuseppe Infarinato (produzione Teatro Stabile di Catania, dal 22 gennaio al 7 febbraio 2016).

 

 

TEATRO STABILE CATANIA: IN SCENA LA CAGNOTTE –

“La società irrisa” è il risvolto del vaudeville La cagnotte, in cui Labiche descrive il ridicolo quanto amaro crollo delle illusioni di uno spaccato della borghesia della provincia francese, attratta dal miraggio della capitale: il lavoro andrà in scena per la regia di Walter Pagliaro, scene e costumi di Luigi Perego, musiche di Germano Mazzocchetti, con teatro_stabile_catania_logo2Pippo Pattavina, Gian Paolo Poddighe, Vittorio Viviani, Giovanni Argante, Valeria Contadino, Fulvio D’Angelo, Margherita Mignemi, Riccardo Maria Tarci, Alessandro Idonea, Michele Arcidiacono, Pietro Casano, Luciano Fioretto, al pianoforte Giuseppe Infarinato (produzione Teatro Stabile di Catania, dal 22 gennaio al 7 febbraio 2016). Trama: Un gruppo di borghesi, appassionati del gioco e annoiati dalla vita in provincia, decide di spendere i proventi accumulati di una cagnotte (il piatto in cui si paga il banco per la mano di carte) in un viaggio a Parigi. Una volta arrivati nella capitale i sei protagonisti si trovano al centro di fraintendimenti, coincidenze e equivoci di ogni sorta, fino a dover scappare dalla polizia senza più un soldo. Fino a che circostanze altrettanto casuali non ristabiliscono la tranquillità e svelano i malintesi. La trama è soprattutto un pretesto sopra cui si muovono i personaggi, dando vita a un ritmato dramma musicale dalla comicità amara.

Susanna Basile

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook