Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

OMICIDIO CATTOLICA ERACLEA (AG): UCCISO IN MANIERA BESTIALE

OMICIDIO CATTOLICA ERACLEA (AG): UCCISO IN MANIERA BESTIALE

Eseguita l'autopsia sul corpo dell'imprenditore Giuseppe Miceli, 67 anni di Cattolica Eraclea nell’agrigentino, trovato morto nella sua azienda. Probabilmente a uccidere l’uomo sono stati dei colpi fra la nuca e la testa. Gli inquirenti percorrono tutte le piste. Probabilmente a scatenare l’orrendo omicidio, una lite o una rapina degenerata in violenza.

 

 

OMICIDIO CATTOLICA ERACLEA (AG): UCCISO IN MANIERA BESTIALE –

Omicidio Cattolica Eraclea. Continuano le indagini che riguardano Giuseppe Miceli, marmista di 67 anni, di Cattolica Eraclea (Ag). Le ipotesi investigative, di cui si stanno occupando i carabinieri, restano quella della rapina finita male o dell’omicidio scaturito da un precedente litigio. Questa mattina, i carabinieri del paese e quelli della Scientifica del nucleo investigativo hanno sequestrato anche il laboratorio di marmi e graniti e alcuni materiali saranno inviati al Ris di Messina. Il giorno del delitto era stato sequestrato soltanto l’ufficio di via Crispi, dove è stato trovato il corpo senza vita dell’imprenditore. Intanto non lascia dubbi l’autopsia effettuata da due medici legali, uno di Sciacca (Ag) e l’altro di Palermo. La vittima ha perso la vita per i due colpi ricevuti alla nuca. La necroscopia è stata effettuata nella camera mortuaria dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento. A causare il decesso del Miceli, trovato morto nell’ufficio della sua azienda artigiana, sarebbero stati dei colpi inferti fra la nuca e la testa. La lesione al mento pare che sia successiva al decesso, forse determinata dalla caduta sul pavimento. La morte di Miceli dovrebbe essere avvenuta fra il tardo pomeriggio e la notte della domenica. Il fratello maggiore di Miceli, Ignazio, contitolare dell’azienda: ha detto: “è stato ammazzato come un cane”. Intanto, i carabinieri continuano a indagare sulla vita privata dell’imprenditore che, secondo indiscrezioni, avrebbe avuto il vizio delle scommesse.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook