Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

MESSINA: MORTE ILARIA, ARRESTATE LE PUSHER

MESSINA: MORTE ILARIA, ARRESTATE LE PUSHER

La polizia ha fermato tre ragazze, due di loro avrebbero venduto a Ilaria la dose letale di droga sintetica "Mdma”. Il corpo della sedicenne, lo scorso agosto, fu trovato da alcuni passanti sulla spiaggia del Ringo a Messina.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

MESSINA: MORTE ILARIA, ARRESTATE LE PUSHER –

Messina. I Gip presso il Tribunale per i Minorenni e presso il Tribunale di Messina hanno emesso delle misure cautelari eseguite dalla Polizia di Stato nei confronti di due ragazze, una minorenne e l’altra appena maggiorenne. Le due pusher potrebbero essere coinvolte nella morte di Ilaria Boemi, la sedicenne trovata morta sulla spiaggia del Ringo a Messina, l’agosto scorso: aveva assunto una dose di droga sintetica. Nel corso delle indagini gli agenti hanno fermato un’altra ragazza per spaccio: avrebbe venduto o ceduto droga a Ilaria in altre occasioni. Ad aiutare gli investigatori sulle ultime ore di vita della minorenne sono stati i due giovani che erano con lei dal momento in cui ha perso i sensi fino a quando è spirata. Secondo quanto riferito alla polizia sono state le due ragazze a vendere la dose di “Mdma”. Proprio la droga sintetica assunta dalla ragazzina ne ha provocato il decesso per arresto cardio-circolatorio. Inoltre gli accertamenti effettuati dal personale della Squadra Mobile di Messina hanno individuato personaggi e responsabilità di chi ha trascorso con Ilaria le ultime sue ore di vita.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook