Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

MESSINA: COMUNE, 12 INDAGATI PER ILLECITE CONVOCAZIONI

MESSINA: COMUNE, 12 INDAGATI PER ILLECITE CONVOCAZIONI

La polizia individua illeciti nelle convocazioni delle commissioni consiliari. L'inchiesta viene fuori da accertamenti effettuati sui gettoni di presenza incassati da politici nelle commissioni consiliari. I consiglieri comunali indagati sono accusati di truffa, per tutti obbligo di firma al comando dei vigili urbani. ALL’INTERNO I NOMI

 

MESSINA: COMUNE, 12 INDAGATI PER ILLECITE CONVOCAZIONI –

Messina. Misure cautelari per 12 consiglieri comunali con l’accusa di Truffa aggravata, falso ideologico e abuso d’ufficio. I provvedimenti sono stati emessi dal Gip della città dello Stretto su richiesta della Procura. L’ordinanza nasce da un’inchiesta sulla regolarità dei gettoni di presenza incassati da politici nelle commissioni consiliari. La procura peloritana ha coordinato l’indagine della Digos, che è stata avviata nel novembre 2014 e ha permesso di appurare, anche attraverso intercettazioni video e ambientali, le condotte illecite di un gruppo di consiglieri in occasione delle sedute delle commissioni consiliari permanenti.
I dodici consiglieri comunali destinatari dei provvedimenti cautelari sono: Carlo Abbate, Pietro Adamo, Pio Amodeo, Angelo Burrascano, Giovanna Crifò, Nicola Salvatore Crisafi, Nicola Cucinotta, Carmela David, Paolo David, Fabrizio Sottile, Benedetto Vaccarino e Daniele Santi Zuccarello.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook