Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

METEO SICILIA: A CATANIA È ALLERTA ARANCIONE

METEO SICILIA: A CATANIA È ALLERTA ARANCIONE

Previsione meteo: forti piogge e disagi anche nei paesi dell'hinterland e nella zona dell'aeroporto, molte le richieste al centralino dei vigili del fuoco. Si registrano numerosi danni in edifici scolastici. Nelle scuole aule allagate e soffitti crollati. Segnalati problemi all’istituto De Felice. Domani a Catania scuole regolarmente aperte. La protezione civile regionale ha emesso un bollettino che prevede uno stato di criticità moderata, nella classificazione di allerta contraddistinto dal codice arancione. Quindi il Comune di Catania non ha ravvisato alcuna necessità di emanare l’ordinanza di chiusura delle scuole mentre ad Acireale le attività didattiche sono state sospese.

Print Friendly, PDF & Email

 

METEO SICILIA: A CATANIA È ALLERTA ARANCIONE –

Meteo Sicilia. La protezione Civile regionale ha comunicato che per domani, venerdì 2 ottobre, sono previste su Catania precipitazioni a prevalente carattere di temporale. Nella classificazione di allerta la situazione è contraddistinta con il colore arancione di preallarme e dunque su prevede una “criticità moderata”. I fenomeni temporaleschi saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, venti di burrasca o burrasca forte. L’Amministrazione comunale di Catania invita la popolazione ad essere particolarmente prudente. La Protezione civile comunale segue con attenzione, l’evoluzione della situazione meteo. Intanto, continua l’ondata di maltempo in Sicilia. Registrati in queste ultime ore violenti acquazzoni in provincia di Catania. Forti Disagi nel capoluogo etneo e nei comuni limitrofi. Molte le richieste di intervento giunte al centralino della sala operativa dei vigili del fuoco. Domani il maltempo non dovrebbe migliorare. La protezione Civile regionale ha comunicato che sono previste su Catania precipitazioni a prevalente carattere temporalesco. Nella classificazione di allerta la situazione è contraddistinta con il colore arancione di preallarme e dunque si prevede una “criticità moderata”. I fenomeni temporaleschi saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, venti di burrasca o burrasca forte. L’Amministrazione comunale invita la popolazione ad essere particolarmente prudente. La Protezione civile comunale seguirà, come sempre, l’evoluzione della situazione.
Il centro storico di Catania resta ancora sott’acqua. Nella parte nord di Catania dalle ore 18 di ieri fino alle 6 di questa mattina sono piovuti circa 300 millimetri per metro quadrato. Nonostante la considerevole quantità la pioggia è riuscita a defluire in maniera regolare. La parte sud della città i difficoltà sono sorte, nel corso della mattinata, per la pioggia che ha allagato, in particolare l’area adiacente all’aeroporto. Ieri, il presidio operativo della Protezione civile comunale, dopo la segnalazione di una criticità moderata ha annunciato uno stato di preallarme, contrassegnato dal colore arancione, mentre si indica l’allarme meteo quando si passa al rosso. Sono stati comunque predisposti immediati interventi per rispondere alle segnalazioni dei cittadini. Oltre al prezioso impegno dei vigili del fuoco, alle operazioni hanno preso parte pattuglie della Polizia municipale e squadre del Servizio Manutenzioni del Comune e della Multiservizi ma anche numerosi volontari, per un numero complessivo di circa centoventi persone.
Lungo la via San Francesco La Rena, dove ci sono gli ultimi lidi della Plaia, la strada, allagata, era stata liberata nel corso della nottata con l’uso di idrovore ma poi è stata nuovamente chiusa al traffico per le nuove piogge della mattinata. Idrovore in funzione anche nel Villaggio Santa Maria Goretti, dove i tombini drenavano con difficoltà a causa dell’innalzamento del livello del torrente Forcile. I tecnici della Protezione civile hanno provveduto dunque a versare direttamente in mare l’acqua aspirata con le pompe. Altri interventi per risolvere i disagi sono stati effettuati in centro, nelle via Calamatta e Cantarella, in viale Grimaldi a Librino, in via Rosano a Sangiorgio, dove alcune auto sono rimaste bloccate, e soprattutto nella zona industriale. Il presidio operativo della Protezione civile comunale continuerà a lavorare fin quando non cesserà il preallarme, ossia, secondo le previsioni, domani pomeriggio. Si continua a monitorare lo stato degli edifici pubblici e in particolare delle scuole.
In merito alla sicurezza delle scuole, alcuni rappresentati catanesi del M5s Angela Foti all’Ars, Giulia Grillo alla Camera e Nunzia Catalfo e Michele Giarrusso al Senato, hanno pubblicato foto scattate ieri e oggi in diversi istituti scolastici dell’interland catanese. Gli stessi istituti sono stati costretti alla chiusura a seguito di allagamenti di alcuni locali all’interno. La parlamentare all’Ars Angela Foti denuncia: “E così, alle prime piogge autunnali, pare sia praticamente scontato barcamenarsi tra pavimenti allagati, aule inagibili e tetti pieni di umidità. Non immagino pensare cosa sarà delle nostre – Buone scuole – nei prossimi mesi, con l’inverno ormai alle porte”.


Ieri, si è sfiorata la tragedia all’Istituto De Felice di Catania, dove è crollata una parte del controsoffitto. Nel liceo classico Spedalieri oggi, il tetto è stato letteralmente messo in sicurezza dal personale Ata perché pericolante di conseguenza la scuola domani resterà chiusa mentre la succursale del Lombardo Radice è chiusa per allagamento. Anche in alcune aule del liceo scientifico Boggio Lera sono state registrate infiltrazioni di acqua nelle aule. In merito anche il senatore Giarrusso dei cinquestelle interviene:“I nostri ragazzi stanno in classe con l’ombrello, metafora di una cultura che tenta di ripararsi dai colpi dell’incuria, sempre che la scuola non resti chiusa a causa dell’ennesima emergenza meteo”. I deputati e senatori del M5S annunciano ispezioni mirate per i prossimi mesi nei vari istituti scolastici catanesi, affinché non venga leso il diritto allo studio e la sicurezza dei giovani studenti.
Il sindaco di Acireale Roberto Barbagallo, dopo aver preso in considerazione l’ultimo bollettino meteo, invita la cittadinanza alla prudenza. In zona sono previste intense precipitazioni, lampi e tuoni con raffiche di vento. Visto l’ultimo bollettino del Dipartimento Regionale di Protezione Civile, il Comune ritiene necessario disporre la preventiva chiusura delle scuole per la verifica delle condizioni generali dei plessi in relazione alle perduranti avverse condizioni meteorologiche. Il primo cittadino e il responsabile della locale Protezione Civile raccomandano soprattutto di evitare di stazionare e transitare nelle aree prossime a canali e torrenti. Polizia Municipale, Protezione Civile, Viglili del fuoco e squadre di volontari, come previsto dal Piano di Protezione Civile comunale, presidieranno i punti sensibili del territorio. Considerate le forti piogge previste si raccomanda cautela nel transito e nello stazionamento in piazza Agostino Pennisi, via delle Terme, via Agrumicoltura, via San Girolamo, via Provinciale per Risposto, via Provinciale per Santa Maria Ammalati, viale Cristoforo Colombo, via Caronia e nella frazione di Aci Platani, dove nelle scorse ore si sono registrate le maggiori criticità. Resta attivo il presidio all’Area Com di Protezione Civile resta sempre in allerta per verificare l’evolversi della situazione.
Ferrovie in tilt. Sulla linea Siracusa-Catania intorno alle sei di stamane, a causa del maltempo, si sono verificati diversi guasti ai sistemi di gestione della circolazione ferroviaria, in particolare nel tratto compreso tra Catania Acquicella-Bicocca-Passomartino-Lentini problemi che hanno provocato problemi sulla regolarità del traffico ferroviario anche per i treni in direzione Messina. Le ferrovie segnalano che non si sono registrate cancellazioni di corse, ma solo ritardi dai 40 ai 100 minuti per otto treni regionali. Per tre treni di lunga percorrenza il ritardo è variato fra 30 e 60 minuti. Le squadre tecniche di Rfi sono intervenute per riparare i guasti causati dal maltempo e ripristinare le condizioni di regolare circolazione.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook