Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PALERMO: PARTO RECORD 5 GEMELLI

PALERMO: PARTO RECORD 5 GEMELLI

Secondo la statistica è un evento raro e si verifica un caso ogni 65 milioni di nascite nel mondo. E’ quello che è successo nel capoluogo siciliano dove, una 24enne alla prima gravidanza, ha dato alla luce tre maschi e due femmine.

Print Friendly, PDF & Email

 

PALERMO: PARTO RECORD 5 GEMELLI –

Palermo. Si chiama Jessica Sciacca, 24 anni, la puerpera palermitana, che alla sua prima gravidanza, ha dato alla luce cinque bambini: tre maschi e due femmine. Gianluca Cerrito, il padre 25 enne ha un negozio di frutta e verdura in via Roccazzo. I bimbi nati si chiamano: Giuseppe Mattia, Luigi, Giovanni, Giada e Maria Pia. I neonati pesano poco più di un chilo, tranne uno di loro che pesa 500 grammi. L’intervento è avvenuto con parto cesareo ed è stato eseguito da un’equipe medica guidata dal professore Antonio Perino, Direttore dell’Unità di Ostetricia e Ginecologia dell’Azienda Ospedaliera Villa Sofia-Cervello. La neo mamma dai primi di luglio era ricoverata nell’ospedale Villa Sofia-Cervello. La donna è stata monitorata costantemente con l’utilizzo di tecniche particolari per ridurre i rischi di mortalità che in questi casi per singolo feto sono circa del 30%. Il parto è avvenuto alla 30esima settimana di gravidanza.
L’Ospedale Cervello a Palermo con i suoi 1.500 parti l’anno è uno dei nosocomi tra i più “prolifici” nel sud. Intanto l’ultimo precedente in Italia sembra risalire all’ottobre del 2007 quando all’Ospedale Salesi di Ancona, Sara Tarantini di Porto San Giorgio diede alla luce cinque figli, tre femmine e due maschi e prima ancora nel 2005 un altro parto di questo tipo si era verificato a Roma.Nel 2010 invece a Benevento, all’Ospedale Rummo, nacquero sei gemelli, mentre viene ancora oggi ricordata, per il forte impatto mediatico che ebbe ai tempi, la nascita dei sei gemelli Giannini, due femmine e quattro maschi, l’11 gennaio 1980 all’Ospedale Careggi di Firenze. I cinque gemellini sono stati trasferiti al reparto di Terapia intensiva neonatale, diretto da Giorgio Sulliotti. I bebè resteranno in osservazione, mentre la mamma, che è in buone condizioni, resterà ancora per qualche giorno nel reparto di ostetricia.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook