Archiviato in | Incontri, Libri, Musica, Spettacolo

NESLI A CATANIA “IN STORE TOUR” – INTERVISTA

NESLI A CATANIA “IN STORE TOUR” – INTERVISTA

durante il suo “InStore Tour” Nesli è stato accolto dal pubblico catanese con tanti applausi e tante presenze per la presentazione del suo libro. "ho un fortissimo fan club siciliano e ogni volta che posso vengo con molto piacere. Anche a costo di girare come una trottola, è sempre un piacere incontrare i siciliani

Print Friendly, PDF & Email

 

NESLI A CATANIA “IN STORE TOUR” – INTERVISTA –

Che ci sia un ottimo rapporto tra Nesli e Catania è ormai consolidato. Una ulteriore prova arriva dal numeroso pubblico catanese che ha accolto il rapper di Senigallia durante il suo “InStore Tour”. “Purtroppo non sono mai venuto in concerto in Sicilia – spiega Nesli – ho un fortissimo fan club siciliano e ogni volta che posso vengo con molto piacere. Anche a costo di girare come una trottola, è sempre un piacere incontrare i siciliani”.

Da Sanremo ad oggi, tanti i successi raggiunti. Soddisfatto?

“Assolutamente si. Tra l’altro proprio in questi giorni è uscito il mio nuovo dvd che racchiude tutti i momenti più belli del tour ed è in edicola anche il mio primo libro che attualmente si trova al quarto posto di quelli più venduti in Italia. Questo è solo merito di tutte le persone che mi seguono e che mi vogliono bene. Loro che portano avanti il verbo che il bene genera bene. È stato un periodo di tanta semina e tante soddisfazioni. È la prima volta che riesco a mettere qualche palla in buca”.

Ha raggiunto il meritato successo con il brano “La Fine” che è diventato la colonna sonora per intere generazioni. Ma quando l’ha scritta pensava a questo incredibile successo?

“Assolutamente no. Anzi è stata fatta dopo l’ultimo progetto che era andato male. Dovevo tornare a casa perché non avevo più neanche una lira. Avevo fatto questo tentativo di fare musica ed era andato male. Questa canzone è nata in un momento che era la mia fine. Dovevo decidere cosa fare. L’ho messa on line a Natale per caso. Da lì ho visto che ogni giorno faceva più di 25mila visualizzazioni. Ma nonostante questo non avevo un euro. Mi sono arrabbiato ancora di più perché ho pensato che allora non era la fine. Da lì nasce il concetto che arriverà la fine ma non sarà la fine”.

Che consigli si sente di dare ai giovani che vogliono entrare nel mondo della musica?

“Sembrerò crudo, ma se qualcuno ancora non è entrato in questo mondo è meglio restarne fuori. E’ un settore in fase di cambiamento. Non mi sento di dare consigli, se non quelli di essere consapevoli che è un lavoro a tutti gli effetti. Non sono tutti momenti belli. Ci sono momenti difficili e che i momenti artistici di soddisfazione arrivano in mezzo a tanto casino. Il web aiuta tanto, però forse la mia esperienza dimostra che ci vuole tanta tenacia e i risultati arrivano prima o poi”.

Adesso cosa c’è in cantiere, un po’ di riposo?

“Mai fermarsi, adesso sto girando per la promozione del disco e del libro. Spero in un futuro non molto lontano di rimettermi in studio per i nuovi pezzi”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook