Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

SIRACUSA: DELITTO INFERMIERA INCINTA, IL MARITO CONFESSA

SIRACUSA: DELITTO INFERMIERA INCINTA, IL MARITO CONFESSA

Sulla morte di Eligia Ardita svolta clamorosa nelle indagini. La donna che aspettava un bambino è stata uccisa dal marito. L'uomo ha confessato agli investigatori che la moglie aveva scoperto il tradimento.

Print Friendly, PDF & Email

 

SIRACUSA: DELITTO INFERMIERA INCINTA, IL MARITO CONFESSA –

Siracusa. Il marito, Christian Leonardi, ha confessato agli inquirenti di avere ucciso la donna. L’uomo è stato arrestato. L’uxoricida dovrà rispondere di omicidio e procurato aborto. Un colpo di scena che ha segnato le indagini sulla morte di Eligia Ardita, l’infermiera siracusana di 35 anni, morta il 19 gennaio scorso nella sua abitazione. L’omicida si è presentato al comando provinciale dei carabinieri accompagnato dal proprio legale e avrebbe raccontato di una furiosa lite, che ha causato la morte della moglie. L’oggetto della lite trasformatasi in una vera e propria colluttazione pare sia stata causata dalla scoperta da parte della moglie dal presunto tradimento del coniuge. l’intervento dei Ris sarebbe stato decisivo per appurare una parte della confessione. Infatti nel corso di un sopralluogo a casa della coppia, i militari avrebbero rilevato su un muro segni di una colluttazione.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook