CATANIA CALCIO: RICORSO, LEGA PRO E MENO 9 PUNTI

CATANIA CALCIO: RICORSO, LEGA PRO E MENO 9 PUNTI

In merito alla vicenda calcio scommesse la Corte d'Appello federale della Figc ha ridotto la penalizzazione alla squadra. Infatti ha parzialmente accolto il ricorso del club rossazzurro. Quindi il Messina dovrebbe essere ripescato dalla Serie D. La società catanese ha annunciato il deposito di un nuovo ricorso.

 

CATANIA CALCIO: RICORSO, LEGA PRO E MENO 9 PUNTI –

Catania Calcio. La Corte d’Appello federale della Figc ha accolto parzialmente il ricorso del Catania relativo alla sentenza sul calcioscommesse, riducendo da meno 12 a meno 9 i punti di penalizzazione da scontare nella stagione calcistica entrante in Lega Pro. In una nota si legge: “L’ampia collaborazione dell’ex Presidente Antonino Pulvirenti, riconosciuta dalla Procura Federale in entrambi i gradi di giudizio e la certezza che nessun risultato delle partite contestato è stato alterato, inducono la società a ritenere eccessiva la sanzione così determinata”. Il presidente Pulvirenti ha invece rinunciato al ricorso e resta inibito per 5 anni. La Corte d’Appello della Figc ha parzialmente accolto i ricorsi del procuratore Palazzi, peraltro non presente al processo d’appello, e ha disposto la retrocessione “all’ultimo posto in classifica nella stagione sportiva 2014/15” di Torres e Vigor Lamezia. In pratica, i due club sono ora esclusi dalla Lega Pro. Il Messina dovrebbe essere ripescato dalla Serie D. Le squdre calabrese e sarda sono state anche multate rispettivamente di 30mila e 15 mila euro. Il Calcio Catania ha prenso atto del parziale accoglimento del ricorso inoltrato alla Corte Federale d’Appello e annuncia che ricorrerà ulteriormente.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook