Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA: ARRESTATO DOPO LA SECONDA RAPINA

CATANIA: ARRESTATO DOPO LA SECONDA RAPINA

Il malvivente dopo aver fallito il primo colpo in un negozio di telefonia che è risultato infruttuoso, ha subito dopo rapinato una farmacia dalla quale ha recuperato un lauto bottino. Ma la polizia lo blocca sotto casa dopo alcune testimonianze. Per lui si sono aperte le porte del carcere di piazza Lanza.

Print Friendly, PDF & Email

 

CATANIA: ARRESTATO DOPO LA SECONDA RAPINA –

Catania. Il pregiudicato Carmelo Giovanni Musumeci, 45 anni è stato arrestato dalla polizia di Catania, per tentata rapina aggravata rispettivamente prima in un negozio di telefonia e poi in una farmacia. Nel primo caso gli agenti sono intervenuti nel quartiere Picanello, dove un uomo con in testa un casco da motociclista lasciando intendere di essere armato e dopo diverse minacce ha chiesto alla commessa di consegnargli il contenuto della cassa. Ma alla risposta negativa della titolare, ha oltrepassato il bancone e ha aperto i cassetti della cassa ma non ha trovato nulla. Allontanandosi dal negozio ha minacciato due clienti di morte qualora avessero avvertito la polizia. La seconda rapina consumata di seguito ai danni di una farmacia, sempre nella zona Picanello. In questo caso l’uomo è riuscito a impossessarsi del denaro contenuto nella cassa(circa 230 euro), fuggendo indisturbato a bordo di uno scooter di colore rosso risultato rubato. Gli agenti dopo aver valutato le testimonianze fatte dai testimoni, lo hanno identificato subito, bloccandolo sotto la sua abitazione. Il presunto rapinatore è stato perquisito e gli sono stati trovati in dosso 230 euro in banconote da 10, l’esatta cifra rubata dalla cassa della farmacia. Il Musumeci dopo essere stato riconosciuto dalle vittime è stato tradotto nel carcere di piazza Lanza a Catania.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook