Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

BRETELLA A19: 50 MILA AUTO HANNO PERCORSO VIA DELL’ONESTÀ

BRETELLA A19: 50 MILA AUTO HANNO PERCORSO VIA DELL’ONESTÀ

I deputati all’Ars del Movimento 5 stelle incalza la giunta Crocetta: "Noi abbiamo realizzato la trazzera a dispetto di tutte le Cassandre, invece Pizzo ha già bruciato 3 dei 90 giorni promessi per la realizzazione dell'opera, senza muovere foglia”. Sono 50 mila le auto che hanno percorso la trazzera. Si tratta di stime attendibili che ci ha fornito il sindaco di Caltavuturo.

 

BRETELLA A19: 50 MILA AUTO HANNO PERCORSO VIA DELL’ONESTÀ –

Bretella A19 Catania-Palermo. Dopo gli ennesimi annunci del governo Crocetta che rischiano di fare la fine di tutti quelli precedenti fatti in ogni settore, i deputati del Movimento 5 stelle intervengono nuovamente all’Ars sulla questione autostrada: “dei 90 giorni promessi ne hanno bruciato già 3 senza che sulla A19 si muova foglia, o quasi, se si eccettuano due operai intenti a prendere qualche misura. A onor del vero ci sembra troppo poco per portare a compimento la bretella che il governo ha assicurato di completare entro 3 mesi. Noi contiamo i giorni”. Sempre i deputati 5stelle rincarano: “Crocetta in conferenza stampa venerdì scorso ha annunciato che quella stessa giornata partiva il cantiere, peccato che, come sempre accade con questo disastrato governo, fatti e parole viaggino in direzione diametralmente opposte”. Intanto sono circa 50.000 le auto che hanno percorso “via dell’onestà”. Sono i numeri della trazzera finanziata dal M5S per aggirare l’interruzione dell’autostrada, in attesa che il governo agisca fattivamente. Inoltre, su via “dell’onestà” oltre alle critiche interessate sono stati attenzionati con meticolosità i controlli affermano: “Diciamo che è stata vivisezionata sotto tutti i punti di vista. E’ giusto che sia così, vorremmo però che la stessa attenzione da parte di tutti, stampa compresa, fosse dedicata a tutte le infrastrutture siciliane. Se così fosse, forse, non avremmo una viabilità che definire da terzo mondo è quasi un eufemismo”. Sempre i parlamentari cinque stelle ribadiscono: “Si tratta di stime attendibili che ci ha fornito il sindaco di Caltavuturo. A dispetto di tutte le Cassandre, la strada ha retto benissimo l’impatto del sostenuto traffico vacanziero e con commenti più che lusinghieri di coloro che l’hanno sperimentata. E’ più che evidente che le critiche che sono arrivate dal governo e dalla maggioranza erano mosse da invidia o stizza, come del resto dimostra il fatto che la trazzera venga percorsa costantemente dalle auto blu e il fatto che la strada volesse realizzarla proprio l’assessorato diretto da Pizzo, da colui, cioè, che più ferocemente l’ha criticata. dipingendola come pericolosissima. C’è una lettera che lo prova”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook