Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA: MAFIA, SEQUESTRATO PATRIMONIO SALANITRO

CATANIA: MAFIA, SEQUESTRATO PATRIMONIO SALANITRO

Colpo al patrimonio di Luciano Salanitro, per un valore di un milione di euro. Per gli inquirenti l'indagato è affiliato alla cosca Santapaola Ercolano. Tra i beni anche un bar in via Vittorio Emanuele. L'indagato è stato arrestato nel 2012 per spaccio in un cortile di San Cristoforo.

 

CATANIA: MAFIA, SEQUESTRATO PATRIMONIO SALANITRO –

Catania. Colpo al patrimonio di Luciano Salanitro, per un valore di un milione di euro. I beni sono stati sequestrati dalla polizia di Catania a Luciano Salanitro, 48 anni, ritenuto dagli investigatori affiliato alla famiglia mafiosa catanese dei ‘Santapaola-Ercolano’. Salanitro era stato tratto in arresto il 18 ottobre 2012 dalla Squadra Mobile in seguito a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip presso il Tribunale di Catania che lo ritenne gravemente indiziato, in concorso con altri quattro soggetti, dei reati di associazione finalizzata alla produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Salanitro aveva messo su una “piazza di spaccio” in un cortile del centro storico a San Cristoforo, nei pressi dell’abitazione di alcuni dei consociati. Lo spaccio della droga era perfettamente gestito e organizzato dalla ricezione e distribuzione del denaro provento conf_stampa_sequestro_beni_salanitrodello spaccio al contatto con l’acquirente. Occultavano la roba, poi indisturbati la consegnavano. Al momento dell’arresto del Salanitro, durante una perquisizione domiciliare, all’interno dell’armadio della camera da letto fu rinvenuta e sequestrata un’ingente somma di denaro in contanti ammontante a 12.350,00 euro e vennero sequestrati due motocicli. Le indagini patrimoniali, estese anche al nucleo familiare dell’affiliato di mafia, hanno acclarato una evidente sproporzione tra i redditi dichiarati e i beni acquisiti nel tempo. Il sequestro riguarda due appartamenti siti in centro città, due autovetture e due motocicli (una Smart, una Meecedes classe A e due scooter SH 300), un’impresa individuale (l’esercizio di bar tavola calda e di somministrazione di alimenti e bevande denominato “Rivombrosa”, in via Vittorio Emanuele angolo via Plebiscito) e numerosi conti correnti.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook