Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA: GIOVANE MUORE, I FAMILIARI DEVASTANO IL PRONTO SOCCORSO

CATANIA: GIOVANE MUORE, I FAMILIARI DEVASTANO IL PRONTO SOCCORSO

Un ragazzo in precarie condizioni di vita è stato trasportato dal 118 al pronto soccorso del Garibaldi: i medici hanno constatato il decesso del giovane. Appresa la tragica notizia, i familiari in preda a raptus di follia scatenano la loro rabbia sulle apparecchiature mediche del presidio medico: aggredito un infermiere, la guardia giurata costretta a chiedere l'aiuto delle forze dell’ordine.

 

CATANIA: GIOVANE MUORE, I FAMILIARI DEVASTANO IL PRONTO SOCCORSO –

Catania. E’ accaduto la notte scorsa al pronto soccorso dell’ospedale “Garibaldi” del capoluogo etneo. Un ragazzo è stato trasportato dal 118 al presidio medico “Garibaldi”, i medici, purtroppo hanno constatato il decesso del giovane. Appresa la tragica notizia, i familiari in preda a raptus di follia hanno scatenato la loro rabbia sulle apparecchiature mediche del presidio medico: aggredito un infermiere, la guardia giurata è stata costretta a chiedere l’aiuto delle forze della polizia. L’infermiere di turno è stato aggredito e ospedale_garibaldi_cataniacolpito all’orecchio e danneggiato l’ambulatorio di chirurgia del pronto soccorso del nosocomio catanese. Le forze dell’ordine sono state allertate dal personale medico con il pulsante diretto, che collega direttamente la sala operativa della polizia e i pronto soccorso della città. La rabbia si è scatenata in un attimo di follia, i familiari hanno tirato calci e i pugni contro le porte, danneggiati carrelli, defibrillatori, attrezzature e computer. Aggredito anche un infermiere che ha riportato una ferita all’orecchio con 5 giorni di prognosi. Arrivati gli agenti hanno subito placato gli animi riportando la calma nel settore. A denunciare la tragica e triste vicenda la Fsi, Federazione sindacati indipendenti.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook