Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PALERMO: MAXI SEQUESTRO DI BENI A FAMIGLIA LEGATA AI CORLEONESI

PALERMO: MAXI SEQUESTRO DI BENI A FAMIGLIA LEGATA AI CORLEONESI

Imprenditori insospettabili vincevano appalti grazie ai clan mafiosi. Maxi confisca per oltre un miliardo e 600 milioni di euro alla famiglia Virga, proprietaria di un'azienda di calcestruzzi a Marineo e legata al mandamento di Corleone. La Procura di Palermo ha emanato un provvedimento di sequestro eseguito dalla Dia di Palermo.

 

 

PALERMO: MAXI SEQUESTRO DI BENI A FAMIGLIA LEGATA AI CORLEONESI –

Palermo. Il sequestro è stato chiesto dal direttore della Dia, Nunzio Antonio Ferla, e il provvedimento è stato emesso dal Tribunale del capoluogo siciliano, sezione misure di prevenzione presieduto da Silvana Saguto. Gli agenti della Dia di Palermo hanno eseguito un maxi sequestro di beni per un ammontare complessivo di oltre un miliardo e 600 milioni di euro. Colpita la famiglia Virga, la cui azienda ha sede a Marineo e opera nel settore calcestruzzi. Le indagini patrimoniali sono state coordinate dal procuratore aggiunto Bernardo Petralia. I beni confiscati riguardano trust, beni immobili e mobili registrati, rapporti bancari e imprese. Il patrimonio interessato dalla misura di prevenzione è intestato ai fratelli Carmelo Virga 66 anni, Vincenzo 78 anni, Anna 76 anni, Francesco 71 anni e Rosa 68 anni, imprenditori originari della provincia di Palermo. Secondo gli inquirenti i Virga avrebbero beneficiato del determinante appoggio di Cosa nostra per l’aggiudicazione di lavori e di appalti pubblici nel settore dell’edilizia e sarebbero organici alla famiglia mafiosa di Marineo legata al mandamento di Corleone. I Virga sono riusciti, nel tempo, a sviluppare e a imporre il loro gruppo di imprese anche attraverso il cosiddetto “metodo Siino”, consistente nell’organizzazione di “cartelli” tra imprenditori per l’aggiudicazione pilotata degli appalti pubblici.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook