CALCIO CATANIA: PREVISTA LA RETROCESSIONE DELLA SOCIETÀ

CALCIO CATANIA: PREVISTA LA RETROCESSIONE DELLA SOCIETÀ

Il presidente della Lega Serie B, Andrea Abodi, risponde su Twitter alla tante domande a lui rivolte dai tifosi.

Print Friendly, PDF & Email

 

CALCIO CATANIA: PREVISTA LA RETROCESSIONE DELLA SOCIETÀ –

Calcio Catania. Dopo le ammissioni del numero uno, Antonino Pulvirenti, il presidente della Lega Serie B, Andrea Abodi, risponde su Twitter, a un tifoso che gli chiede di radiare le cinque squadre coinvolte, oltre al Catania: “La giustizia sportiva prevede per responsabilità diretta la radiazione per le persone, la retrocessione per le società”. Poi Abodi continua con le sue risposte: “Prima di tutto i tifosi e poi tutti quelli che lavorano nel calcio onestamente”. “Altre squadre coinvolte direttamente? Per sapere nel dettaglio aspettiamo che i magistrati di Catania facciano il loro lavoro – risponde Abodi – e lo condividano con la Procura Federale”. Il presidente della Lega B interviene a difesa dell’operato della Lega per frenare il dilagare del cacio-scommesse facendo presente che sono stati organizzati: “22 corsi di formazione e informazione, 132 progetti sulla responsabilità sociale, giuramento dei capitani”. Poi, “l’adozione del modello organizzativo 231 per i club, il monitoraggio delle scommesse mondiale con Sportradar-Uefa e italiane con i Monopoli”. E come ultima la “proposta di legge per la confisca dei beni per la frode sportiva. Questa la sintesi estrema di un impegno che non basta mai”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook