Archiviato in | Politica, Politica Regionale

REGIONE SICILIANA: CROCETTA, “GETTONOPOLI VA ABOLITA SUBITO”

REGIONE SICILIANA: CROCETTA, “GETTONOPOLI VA ABOLITA SUBITO”

Crocetta è fermo nell’affermare: “non c'è alcun motivo di rinviare i tagli se non quello di non volere pestare i piedi ai detentori di privilegi”

 

REGIONE SICILIANA: CROCETTA, “GETTONOPOLI VA ABOLITA SUBITO”-

Regione Siciliana. Per il presidente Rosario Crocetta: “non c’è alcun motivo di rinviare i tagli se non quello di non volere pestare i piedi ai detentori di privilegi. Ma che senso ha? Forse non farlo subito aiuta la finanza pubblica? No, al contrario penalizza proprio i comuni. Gli stessi soggetti che rinviano l’applicazione della norma sono quelli che poi vorrebbero che i comuni avessero più trasferimenti da parte della Regione. Facendo cosi questi deputati strizzano l’occhio a chi vuol continuare a praticare gettonopoli”. Il presidente Rosario Crocetta prende lo spunto per continuare a parlare della norma approvata dall’Assemblea regionale e contenuta nel disegno di legge sui comuni in discussione a sala d’Ercole: “Ogni giorno mi trovo proposto dal dibattito politico il tema delle riforme – prosegue -. Condivido il grido del presidente dell’Ars Ardizzone di fare le riforme in aula, ma poi si fanno due sedute a settimana. Ringrazio il vice presidente Giuseppe Lupo per aver proposto di fare seduta almeno anche il giovedi. Gettonopoli va abolita subito. Faccio appello ai consigli comunali di fare propria la norma e di anticiparne l’applicazione. E invito i partiti a fare autocoscienza per accelerare il risanamento della Sicilia”. A questo punto ribadisce Crocetta: “Bisogna fermare gettonopoli ora. Rinviare la norma sui tagli alle indennità di amministratori e consiglieri comunali spostando l’applicazione alle prossime elezioni significa sottrarre adesso 50 milioni ai Comuni e dunque ai cittadini”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook