Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PALERMO: BIMBA USTIONATA DA ESPLOSIONE CABINA ENEL, È GRAVE

PALERMO: BIMBA USTIONATA DA ESPLOSIONE CABINA ENEL, È GRAVE

Le condizioni continuano ad essere gravissime. La piccola sette anni, stava giocando in strada nel quartiere Borgo Vecchio quando dalla cabina elettrica si è sprigionata una terribile fiammata che l’ha investita in pieno. La compagnia elettrica attraverso i propri tecnici si difende affermando che la cassetta in questione è stata manomessa.

 

PALERMO: BIMBA USTIONATA DA ESPLOSIONE CABINA ENEL, È GRAVE –

Palermo. E’ ancora in pericolo di vita la bambina di 7 anni che ieri è rimasta gravemente ustionata da un incendio divampato da una cassetta di derivazione stradale dell’Enel elettrica. L’incidente è avvenuto in via Conte Ruggero nel popoloso quartiere del Borgo Vecchio, nel capoluogo siciliano. Il dramma è iniziato quando dalla cassetta dell’Enel si sono verificati tre scoppi con dei bagliori seguiti da una grossa fiammata hanno investito in pieno la bimba che stava giocando insieme ad altri ragazzini accanto a un negozio di bombole. Ieri i tecnici dell’Enel durante il sopralluogo hanno ribadito che una cassetta elettrica stradale può infiammarsi o incendiarsi solo se all’interno viene introdotto un corpo estraneo che al contatto con i componenti può provocare un corto circuito. dopo aveva affermato che la cassetta stradale era stata manomessa. Secondo quanto hanno riferito i medici del centro ustioni dell’ospedale Civico, la bambina ha il 40% della superficie del corpo ustionata. La prognosi resta riservata.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook