Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA: BLITZ DI POLIZIA CONTRO IL CLAN MAZZEI, 30 ARRESTI

CATANIA: BLITZ DI POLIZIA CONTRO IL CLAN MAZZEI, 30 ARRESTI

La polizia di Stato sferra un duro colpo alla mafia, disarticolando con un blitz in larga scala, la cosca dei Mazzei. Tra gli indagati vi sono anche imprenditori e commercianti accusati di concorso in estorsione attuata con modalità mafiose.

Print Friendly, PDF & Email

 

CATANIA: BLITZ DI POLIZIA CONTRO IL CLAN MAZZEI, 30 ARRESTI

Catania. La Procura di Catania su delega della Dda ha affidato alla polizia di Stato del capoluogo etneo, sta eseguendo un’operazione contro il clan Mazzei. La squadra mobile esegue un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 30 persone indagate, a vario titolo come: associazione mafiosa, estorsioni, spaccio di droga, rapine e detenzione di armi. Nel corso delle indagini, sono stati arrestati in flagranza di reato alcuni presunti affiliati mentre ritiravano il pizzo da attività commerciali. Inoltre, sono stati sequestrati sostanze stupefacenti e armi da fuoco. Il Gip ha autorizzato l’ordinanza di custodia cautelare e tra i destinatari vi sono diversi imprenditori e commercianti ai quali è stato blitz_contro_mazzei_ct_1contestato il reato di concorso in estorsione attuata con modalità mafiose. Tra i destinatari della misura cautelare figura l’attuale reggente del clan, Sebastiano Mazzei, figlio del capomafia, era rimasto latitante fino al 10 aprile scorso quando fu arrestato dalla polizia di Stato in una villetta di Ragalna. Essi sono accusati di aver incaricato esponenti dell’organizzazione Mazzei per recuperare propri crediti. La cosca dei “Carcagnusi” è incardinata in ‘cosa nostra’ e legata alla famiglia palermitana del famigerato boss, Santo Mazzei, detenuto in regime di 41 bis. Egli, diventò ‘uomo d’onorè su decisione del boss corleonese Leoluca Bagarella.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook