Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA: AUTO TRAVOLGE E UCCIDE DUE ANZIANI

CATANIA: AUTO TRAVOLGE E UCCIDE DUE ANZIANI

Due anziani rispettivamente di 87 anni e 82 mentre attraversavano sulle strisce in corso Italia a Catania, sono stati investiti ieri sera da un'auto guidata da una quarantunenne. Dopo l’incidente, gli agenti della polizia municipale hanno sequestrato l’auto.

Print Friendly, PDF & Email

 

CATANIA: AUTO TRAVOLGE E UCCIDE DUE ANZIANI –

Catania. Travolti un’auto in corsa, mentre attraversavano Corso Italia sulle strisce pedonali. Il fatto è accaduto ieri sera poco dopo le 20.30 nel centro del capoluogo etneo. Si tratta di due anziani M.A. 87 anni e R.S, 82 anni, sono morti in ospedale in seguito alle ferite riportate. L’ottantasettenne è morto intorno alla mezzanotte nell’ospedale Garibaldi. L’amico che era con lui è deceduto stamane nell’ospedale Cannizzaro. Ad effettuare gli accertamenti gli agenti della Polizia municipale che sono intervenuti sul posto. L’auto che ha investito i due uomini, una Kia guidata da una donna di 41 anni, che si è fermata immediatamente a prestare soccorso. La vettura, dopo gli opportuni accertamenti è stata sequestrata.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook