Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

BELPASSO (CT): RAPINA TABACCHINO CON COLTELLO PUNTATO ALL’ANZIANA

BELPASSO (CT): RAPINA TABACCHINO CON COLTELLO PUNTATO ALL’ANZIANA

Hanno minacciato l’anziana ottantenne per convincere la figlia a consegnare l'incasso e la merce. Le telecamere di sorveglianza hanno documentato quanto avvenuto. I malviventi un 18enne e un 17enne sono stati arrestati e si trovano ai domiciliari. I militari dell’arma sono sulle tracce di un terzo delinquente al quale i due hanno consegnato la refurtiva.

Print Friendly, PDF & Email

 

BELPASSO (CT): RAPINANO TABACCHINO CON COLTELLO PUNTATO ALL’ANZIANA –

Belpasso. Due balordi di cui uno minorenne, sono entrati velocemente nel tabacchino, hanno puntato il coltello a una anziana donna per convincere la figlia a consegnare l’incasso e la merce senza fare problemi. Indifferenti alle implorazioni a mani giunte della donna… senza pietà. I due piccoli malviventi hanno compiuto una rapina sabato pomeriggio, intorno alle 17.30, in via Roma 127 nella cittadina in provincia di Catania. I due delinquenti, uno 18 anni e l’altro 17, hanno fatto irruzione all’interno della tabaccheria, incuranti dei diversi clienti presenti in quel momento, i volti coperti da passamontagna con in pugno un coltello. Sono andati direttamente dall’anziana seduta su una sedia accanto alla porta credendo di poter convincere la figlia a consegnare l’incasso in contanti, 500 euro, i pacchetti di sigarette, gratta e vinci. Compiuta la rapina, i criminali si sono dileguati a piedi, ma i filmati registrati dalle telecamere a circuito chiuso della rivendita di tabacchi e le testimonianze delle persone presenti al momento della rapina hanno permesso ai carabinieri di identficare in breve tempo i responsabili. I militari si sono recati nelle loro abitazioni e sono stati arrestati. Interrogati in caserma hanno confessato di aver compiuto la rapina e hanno accompagnato i carabinieri in aperta campagna, dove avevano nascosto passamontagna e taglierino. Dopo aver accertato la dinamica dei fatti, i componenti dell’arma si sono alla ricerca di un terzo complice al quale è stata consegnata la refurtiva, non ancora recuperata. I fermati si trovano adesso in arresto ai domiciliari.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook