Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

RAGUSA: GLI RIVELA DI ESSERE INCINTA, LUI LA PICCHIA

RAGUSA: GLI RIVELA DI ESSERE INCINTA, LUI LA PICCHIA

Una quindicenne dopo aver riferito al fidanzato diciannovenne di essere incinta è stata presa a calci e pugni dallo stesso, fortunatamente passavano due agenti della polizia liberi dal servizio e lo hanno bloccato.

Print Friendly, PDF & Email

 

RAGUSA: GLI RIVELA DI ESSERE INCINTA, LUI LA PICCHIA –

Ragusa. Lei, una ragazzina di 15 anni, aveva appena svelato al fidanzato di 19 anni che aspettava un bambino e lui l’ha massacrata con calci e pugni. L’inquietante episodio è accaduto a Ragusa, in viale delle Americhe. Fortunatamente dalla strada passavano due agenti della polizia liberi dal servizio e accorgendosi dell’aggressione sono subito intervenuti. Gli agenti hanno bloccato il giovane, attivato le procedure del caso e lo hanno poi denunciato per percosse aggravate. In un secondo tempo, i poliziotti, hanno accertato che la ragazza non voleva essere abbandonata e voleva continuare la relazione con il fidanzato, nonostante questi, l’avesse rifiutata verbalmente e poi le avesse usato violenza. Dopo l’identificazione, i due hanno detto agli agenti che non avevano un mezzo per tornare a infatti lui era senza patente e lei ancora troppo piccola. Una volta avvertito i genitori, il giovane è tornato a casa a piedi mentre la ragazza è stata accompagnata dai genitori, ai quali è stata affidata. Padre e madre della quindicenne hanno raccontato che più volte avevano raccomandato alla figlia di lasciare quel ragazzo violento che la malmenava, ma lei non voleva in alcun modo lasciarlo nonostante le brutalità subite. I genitori della ragazzina hanno chiesto aiuto agli agenti perché la figlia si ostinava a restare con il ragazzo nonostante continuava a picchiarla e per questo erano molto preoccupati e quanto accaduto era solamente uno dei tanti episodi. Gli agenti della squadra mobile hanno contattato una psicologa, e con l’aiuto di quest’ultima la ragazzina si è resa conto del provvidenziale intervento dei due poliziotti. Intanto il caso è passato ai servizi sociali, che hanno dato seguito alle richieste di aiuto della famiglia per l’assistenza alla giovane.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook