VIADOTTO PERICOLANTE A19: NOMINATI I COMMISSARI

VIADOTTO PERICOLANTE A19: NOMINATI I COMMISSARI

Nominati i commissari per fronteggiare l'emergenza relativa agli enormi disagi provocati sull'autostrada A19 Palermo-Catania da una che ha interessato il viadotto "Himera 1". Le nomine riguardano il dirigente del Ministero per le Infrastrutture, Marco Guardabassi e il direttore della Protezione civile siciliana Calogero Foti. Il ministro Del Rio ai commissari: “un lavoro serio e importante". I responsabili Anas pronti a collaborare.

Print Friendly, PDF & Email

 

VIADOTTO PERICOLANTE A19: NOMINATI I COMMISSARI –

Viadotto crollato. Fabrizio Curcio, capo della Protezione Civile ha nominato il commissario per l’emergenza relativa alla frana che ha interessato il viadotto “Himera 1”, sull’autostrada A19 Palermo-Catania. Si tratta del dirigente ministeriale per le Infrastrutture Marco Guardabassi. Il neonominato, dovrà presentare un piano e un cronoprogramma al capo della Protezione civile, avvalendosi anche delle strutture e del personale dell’Anas. Sarà compito dell’alto funzionario, provvedere e assicurare la viabilità alternativa nel luogo interrotto che la demolizione del viadotto pericolante. Un Comitato composto da sei membri dovrà controllare le attività e il rispetto dei tempi previsti. I componenti saranno due designati dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, due dal Dipartimento della protezione civile, uno da Anas e uno dalla Regione Sicilia. Contestualmente alla nomina di Guardabassi, Curcio ha firmato anche l’ordinanza per la nomina del commissario che dovrà occuparsi dei primi interventi urgenti di protezione civile conseguenti agli eventi meteorologici che si sono verificati, tra febbraio e aprile in Sicilia. Commissario è stato nominato il direttore della Protezione civile siciliana Calogero Foti. Il commissario incaricato dovrà predisporre, entro 60 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell’ordinanza, un piano – che dovrà poi essere approvato dal Capo del Dipartimento della Protezione civile – per la più celere attuazione delle misure volte a rimuovere le situazioni di rischio, assicurare l’assistenza e il ricovero delle popolazioni colpite.
Il ministro per le infrastrutture e trasporti, Graziano Delrio ha commentato la nomina dei funzionari: “Un lavoro serio e importante attende i due commissari insieme ai territori e ad Anas per dare nel minor tempo possibile una risposta alle zone colpite dalle alluvioni nonché sicurezza e percorribilità al collegamento Palermo-Catania”.
I responsabili Anas pronti a collaborare, con una nota intervengono sulla questione: ” Massima collaborazione con i due commissari. Buon lavoro ai due commissari Marco Guardabassi e Calogero Foti nominati dalla Protezione Civile per la soluzione del problema della chiusura al traffico della A19 Palermo-Catania e per l’emergenza maltempo che ha colpito la Sicilia nei mesi scorsi”. Anas in qualità di soggetto attuatore per il ripristino della viabilità sulla autostrada A19 Palermo-Catania, collaborerà con il commissario con il massimo impegno al fine di riattivare il prima possibile la circolazione sul tratto chiuso al traffico, compreso tra lo svincolo di Scillato e lo svincolo di Tremonzelli. Inoltre Anas: “effettuaerà tutte le indagini geologiche e geotecniche volte a verificare la possibilità di riaprire al traffico la carreggiata della A19 in direzione Palermo a doppio senso di circolazione, con opportuni interventi di consolidamento del viadotto. A tal fine è stato stipulato, tra l’altro, un protocollo d’intesa con l’Ordine degli Ingegneri di Palermo (presieduto dall’ingegner Giovanni Margiotta), che collaborerà con Anas a titolo gratuito”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook