MYRMEX CATANIA: CASSAINTEGRATI REALIZZANO VIDEO PER RENZI

MYRMEX CATANIA: CASSAINTEGRATI REALIZZANO VIDEO PER RENZI

I lavoratori della Myrmex da 11 giorni protestano sul tetto del loro laboratorio e dopo l'esito negativo della riunione in Prefettura che si è tenuta ieri affidano a un video la loro delusione.

 

MYRMEX CATANIA: CASSAINTEGRATI REALIZZANO VIDEO PER RENZI –

Myrmex Catania. I lavoratori della Myrmex sono asserragliati sul tetto della sede dell’azienda e affidano a un video della CGIL il loro malessere e la paura di perdere il posto definitivamente. Dopo la riunione di ieri in Prefettura con l’amministratore delegato Gianluca Calvi, le istituzioni e i rappresentanti sindacali, i dipendenti non vogliono demordere nonostante la delusione e la rabbia. Durante l’incontro, sempre in Prefettura, l’amministratore delegato ha dichiarato di non voler più investire sulla Myrmex, e di potersi, semmai, rendere disponibile al ruolo di “catalizzatore” per nuovi acquirenti, nel caso l’accordo di programma diventasse esecutivo. Il laboratorio di ricerca d’eccellenza, oggi gestito da Myrmex dopo la cessione di Pfizer, esiste da quarant’anni e rappresenta un fiore all’occhiello per la farmaceutica meridionale. Poi, il malessere dell’azienda, intanto i 69 lavoratori protestano ancora sul tetto dell’azienda e non hanno intenzione di scendere sino a quando non li verrà a trovare il presidente della Regione, Rosario Crocetta.

Adesso è iniziata l’ultima porzione di cassintegrazione, che potrebbe essere l’anticamera del licenziamento e la conseguente chiusura del laboratorio. Questa, una storia di speculazioni e di istituzioni indifferenti, raccontata dai lavoratori e dai sindacalisti della Cgil attraverso un video che immortale immagini e dichiarazioni. I dipendenti, da 11 giorni protestano occupando il tetto del laboratorio nella Zona industriale, nel video invitano il primo ministro a guardare la loro condizione con queste parole: “Renzi, guardaci! È qui che finisce la ricerca. Qui a Catania!”. Ai lavoratori della Myrmex resta l’amaro di un’altra mattinata trascorsa sotto il sole sulla terrazza del laboratorio, restano gli sguardi rattristati e i ricordi di gratificanti vittorie sul posto di lavoro a vantaggio della collettività, poi, ancora la delusione dei più giovani, la paura dei più anziani di non poter più essere ricollocati a lavoro e il forte richiamo alla responsabilità per Regione e Stato che ancora sono alla finestra.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook