Archiviato in | Scuola

CATANIA: SCUOLA GIOVANNI XIII, LEZIONI DI LEGALITA’

CATANIA: SCUOLA GIOVANNI XIII, LEZIONI DI LEGALITA’

Durante la mattinata, gli studenti si sono confrontanti all’interno di un progetto di legalità. Perché la legalità e il rispetto del prossimo devono partire proprio dalla scuola.

 

CATANIA: SCUOLA GIOVANNI XIII, LEZIONI DI LEGALITA’ –

“Il silenzio è dolo” è stato il tema dell’incontro tra gli studenti della scuola secondaria “Giovanni XXIII” di Catania e Ismaele La Vardera, palermitano di Villabate, che grazie a Telejato e al servizio de “Le Iene” realizzato da Matteo Viviani, ha denunciato l’omertà politica del suo paese. Durante la mattinata, gli studenti si sono confrontanti all’interno di un progetto di legalità. Perché la legalità e il rispetto del prossimo devono partire proprio dalla scuola. La Vardera, in questi mesi sta effettuando un tour in tutte le scuole di Italia per spiegare ai giovani che “molto spesso siamo stati abituati a credere che siamo bamboccioni o ciusi ma siamo tutto il contrario. Vediamo le difficoltà che ci stanno intorno. La nostra indifferenza è il voler vivere in una realtà virtuale per non vedere quello che ci sta intorno. A loro dico basta scrivere “doccia time” su facebook. Iniziate a scendere per strada e cambiate il mondo. Iniziando dal posto in cui ci si trova, attraverso le piccole cose che fanno la differenza. Il silenzio – continua La Vardera – non è d’oro ma dolo. Porta distruzione. La legalità ha un prezzo ed è quello della coerenza. Io mi posso guardare allo specchio e dire che provo ad essere un uomo migliore. Questo è il messaggio che voglio lanciare a tutti i miei coetanei”. Durante l’incontro è stato ricordato anche Peppino Impastato.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook