Archiviato in | Calcio, Sport, Sport Brevi

CALCIO SERIE B: CATANIA BRESCIA 2-2

CALCIO SERIE B: CATANIA BRESCIA 2-2

Stadio Massimino semideserto. Catania e Brescia disputano la partita dinnanzi a pochi intimi: presenti sugli spalti, poco meno di tremila spettatori, compresi una quarantina di tifosi lombardi. Scena imbarazzante ma prevedibile per quanto accaduto durante la settimana. Effetto: il Catania non va oltre il 2-2 con il Brescia. I rossazzurri in vantaggio con Cani e Calaiò, replicano gli ospiti e realizzano Corvia e Caracciolo su rigore. Pellegrino riparte dal 4-3-3, ma i suoi sono troppo imprecisi in avanti e dietro pagano l'assetto d'emergenza.

Print Friendly, PDF & Email

 

CALCIO SERIE B: CATANIA BRESCIA 2-2 –

Calcio serie B. Catania e Brescia giocano dinnanzi a pochi intimi. Stadio Massimino semideserto. Presenti poco meno di tremila contando una quarantina di stifosi lombardi. Era stato annunciato dai club organizzati. A scegliere di non entrare a vedere la partita, questa volta, non sono stati solo gli ultras, ma una gran parte dei diecimila abbonati. All’esterno dello stadio non si fa attendere la protesta dei tifosi. Infatti, durante la partita i supporters inneggiavano cori di disapprovazione indirizzati alla dirigenza etnea rea di aver indotto Sannino alle dimissioni. In campo sostegno ai calciatori e slogan contro la società catanese. Intanto, oltre al fattore ambientale il tecnico rossazzurro ha dovuto fare i conti con i soliti e immancabili infortuni che hanno ridotto di molto i calciatori in forma. Per i tifosi accettare il ritorno di Pellegrino in panchina che era stato esonerato alla terza di campionato dopo la sconfitta di Perugia – non è semplice da accettare. Intanto l’allenatore siracusano schiera il suo solito 4-3-3. L’emergenza è estesa a quasi tutta la squadra ma è la difesa quella che ne risente maggiormente, tanto che Rinaudo è schierato al centro in coppia con Spolli mentre Parisi è spostato a sinistra.

La squadra di Pellegrino parte con grinta e quasi subito sfiora il gol per ben due volte nel corso della stessa azione con Calaiò prima e Cani dopo. Il gol arriva qualche minuto dopo proprio con l’albanese che conclude su un calcio d’angolo battuto da Chrapek. Il vantaggio non dura molto. Il Brescia trova il pari con Corvia che “acchiappa” il traversone di Morosini lasciando di stucco Parisi. Subito in avanti i rossoazzurri, al 5’ la squadra di Pellegrino ha l’occasione di tornare in vantaggio, ma Calaiò vanifica tutto con una staffilata che termina fuori. Dopo questa azione il Catania cala e concede ampio spazio al Brescia che prima dell’intervallo sfiora due volte il gol con Scaglia. Grande lavoro di Frison che non si fa sorprendere. Grande impegno di entrambe le squadre e tante le emozioni regalate agli spettatori. Il Catania a torna a segnare con Calaiò assistito da Cani. Gioca con generosità la squadra di Pellegrino ma spreca quasi tutto. Chrapek, al 25′ proiettato a rete salta anche il portiere ma sulla linea di rete a salvare è Scaglia. Mancano sette minuti al termine e arriva la beffa. Sauro stoppa in maniera irregolare Benali e l’arbitro impone il rigore tiro trasformato in pieno da Caracciolo. Ancora un’incursione degli ospiti che tentano di triplicare il punteggio ma Frison respinge con eleganza la conclusione di Bentivoglio. Il risultato di pareggio non serve alle due compagini che restano in classifica sempre nell’area. E mercoledì i rossazzurri tornano di nuovo in campo attesi a Padova per la trasferta con il Cittadella.

TABELLINO

CATANIA-BRESCIA 2-2

Catania (4-3-3): Frison 6; Sauro 4, Rinaudo 5, Spolli 4, Parisi 5.5; Chrapek 5.5, Escalante 5.5, Odjer 6.5 (30′ st Garufi sv); Leto 4.5, Cani 6.5 (26′ st Jankovic 6), Calaiò 6.5 (45′ st Marcelinho sv). In panchina: Terracciano, Ramos, Gallo, Piermateri, Aveni, Rosseti. Allenatore: Pellegrino 6

Brescia (4-3-2-1): Arcari 6; Coly 6, Ant. Caracciolo 5, Di Cesare 5.5, Scaglia 6; Bentivoglio 6, H’Maidat 6, Benali 6.5; Morosini 6.5 (26′ st Sodinha 6); Corvia 6.5 (30′ st Razzitti 6), And. Caracciolo 6.5. In panchina: Minelli, Rizzola, Lancini, Ragnoli, Quaggiotto, Valotti. Allenatore: Javorcic 6.5

Arbitro: La Penna di Roma 6.5

Reti: 6′ pt Cani, 14′ pt Corvia, 14′ st Calaiò, 40′ st Caracciolo (rig).

Ammoniti: Sauro, Odjer. Angoli 3-3.

Note: Spettatori circa 3000. terreno in buone condizioni e giornata soleggiata. Curve senza spettatori per le proteste dei tifosi etnei.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook