Archiviato in | Calcio, Sport, Sport Brevi

CALCIO SERIE B: SOGNO SVANITO, LIVORNO – CATANIA 4-2

CALCIO SERIE B: SOGNO SVANITO, LIVORNO – CATANIA 4-2

Il Catania prima si illude e poi perde miseramente. Occasione sprecata per gli etnei.

Print Friendly, PDF & Email

 

CALCIO SERIE B: SOGNO SVANITO, LIVORNO – CATANIA 4-2 –

Calcio Serie B. Annunciate le formazioni ufficiali di Livorno – Catania:

Livorno (4-3-3): 1 Mazzoni; 23 Maicon, 21 Gonnelli, 4 Bernardini, 3 Gemiti; 8 Moscati, 27 Biagianti, 10 Luci (C), 31 Cutolo, 24 Vantaggiato, 20 Jelenic. A disposizione: 22 Cipriani, 6 Ricci, 28 Djokovic, 14 Mosquera, 37 Macera, 7 Belingheri, 9 Surraco, 26 Siligardi, 18 Jefferson, 16 Galabinov. All. Gautieri

CATANIA (5-3-2): 1 Frison, 8 Escalante, 15 Sauro, 3 Spolli (C), 24 Capuano, 6 Martinho, 10 Rosina, 39 Odjer, 20 Chrapek, 9 Calaiò, 17 Çani. A disposizione: 22 Terracciano, 12 Ficara, 40 Berezny, 33 Ramos, 25 Piermarteri, 13 Garufi, 27 Jankovic, 7 Marcelinho. All. Sannino

Inizio sprint da parte del Catania con Martinho che tenta subito di mettere un pallone dentro forte e teso dove però Calaiò non riesce a correggere in rete. Sorpresa Odjer per il Catania di Sannino, risponde il Livorno con l’ex di turno Marco Biagianti. Al nono minuto cross dalla destra con Moscati che prova il colpo di testa che si stampa sul palo, sulla ribattuta è Jelenic a correggere in rete, 1-0, strada subito in salita per gli uomini di Sannino. Primo cartellino giallo al 13′ con Maicon che stende Martinho dopo che quest’ultimo aveva uscito dal cilindro una delle sue accellerazioni. Altra ammonizione pochi secondi dopo sempre a causa delle accellerazioni del solito Martinho, stavolta la “vittima” è Luci, capitano della squadra Toscana. Occasionissima per il Catania con Rosina che serve in area Cani che aggangia bene ma poi calcia malissimo, occasione sprecata da parte degli etnei. Partita che si avvia alla conclusione del primo tempo con la noia protagonista assoluta del match. Martinho serve un ottimo pallone dentro, serie di batti e ribatti e poi è Chraprek e mettere la sfera dentro, 1-1. Adesso ci prova di più ìl Livorno il giro palla da parte dei Toscani porta a qualche buona occasione. 41′ Vantaggiato si libera di Sauro e Spolli e spara un destro con Frison che risponde presente con una grandissima parata. Primo cartellino giallo per i rossoazzurri al 44′ con Martinho che stavolta stende Maicon dopo che quest’ultimo aveva fatto una gran gioco di gambe. Biagianti ad un passo dal gol dell’ex sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Luci, l’ex Catania non riesce a correggere in rete per questione di centimetri. Buona iniziativa da parte di Martinho che stavolta si accentra e serve Rosina al 45′ ma il mancino dell’ex Torino è troppo largo e leggero per impensierire Mazzoni. Ennesimo cambio obbligato in questa stagione per il Catania, fuori l’infortunato Martinho ed entra Jankovic, cambio anche tattico dato che Jankovic è prevelentemente un centrocampista centrale. Finisce il primo tempo tra Livorno e Catania, piuttosto equilibrato e a tratti molto noioso. Bisognerà vedere come ridisegnerà il Catania Sannino per i secondi 45 minuti.

Inizia il secondo tempo, sembra essere tutto inviariato dal punto di vista tattico con Jankovic largo sulla sinistra. Bella palla di Calaiò larga per Jankovic ma il numero 27 non riescce a correggere in rete dopo un tiro a dir poco deludente. Si divora ancora un occasione Cani dopo che Calaiò serve un ottimo pallone per Cani che spara in bocca a Mazzoni, solo Catania. Ci prova Rosina al termine di un azione personale ma il suo mancino è largo. Cani protagonista di una falcata pazzesca all’11’ che viene però interrotta da un fallo in area, per l’arbitro è calcio di rigore, Calaiò si prepara alla battuta. 1-2, segna Calaiò situazione capovolta a favore dei rossoazzurri. Entra Garufi fuori Rosina per il Catania. 18′ Spolli vicinissimo al gol Chraprek serve un ottimo pallone da calcio d’angolo prima Calaiò poi Spolli ci provano di testa ma il tentativo è largo per questione di centimetri. Fuori Cutolo è il momento di Siligardi per il Livorno. Bene adesso i Toscani che provano a schiaacciare i rossoazzurri. 77′ ecco il pareggio del Livorno, l’ex Latina Jefferson appena entrato in campo scarica un destro che inganna Frison, 2-2 tutto da rifare per il Catania. 3-2 improvviso del livorno con Galabinov che scarica una conclusione potentissima che supera Frison. Il Catania è stanco e provato e non riesce mai a rendersi pericoloso, arriva addirittura il 4-2 nei minuti di recupero con Siligardi. Una partita che il Catania aveva in pugno e poi si è fatto sfuggire, un peccato perchè l’occasione era davvero ghiotta. Prossimo impegno assolutamente da non fallire per non perdere il treno.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook