Archiviato in | Politica, Politica Regionale

MATTEO RENZI IN VISITA A CATANIA

MATTEO RENZI IN VISITA A CATANIA

Prima tappa del Presidente del Consiglio a Palazzo degli Elefanti dove sarà ricevuto alle ore 9 dal sindaco della città etnea Enzo Bianco. In occasione dell’evento è intervenuta l’associazione Addio-Pizzo invitando il premier a dedicare un po’ del suo tempo alle aziende confiscate alla mafia e farle funzionare considerato che coinvolgono centinaia di lavoratori.

Print Friendly, PDF & Email

 

MATTEO RENZI IN VISITA A CATANIA –

Catania. Domani il presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, accompagnato dal sottosegretario alla Presidenza Graziano Delrio, sarà in visita a Catania e sarà ricevuto alle ore 9 in Municipio dal sindaco della città etnea Enzo Bianco. Dopo un breve colloquio con il primo cittadino, Renzi incontrerà, nel Salone Bellini, le autorità cittadine e i 27 sindaci dei Comuni della città metropolitana. Saranno presenti inoltre, la presidente del Consiglio comunale Francesca Raciti e i componenti la Giunta. Considerata l’eccezionale occasione dalle ore 8.30 Piazza Duomo sarà chiusa al traffico. In merito alla visita del presidente del consiglio dei ministri si registrano i primi interventi. AddioPizzo ha inviato una nota agli organi di stampa. “Siamo consapevoli – scrivono – che sarebbero molteplici le realtà catanesi che il Premier avrebbe il diritto ed il dovere di conoscere personalmente ma ci auguriamo che in questa o in una prossima visita istituzionale, il Premier possa dedicare un po’ del proprio tempo alle realtà delle aziende confiscate alla mafia che a Catania sono moltissime e coinvolgono centinaia di lavoratori, spiegando per esempio la ragione per cui ad oggi non è ancora stato nominato il Consiglio Direttivo dell’Agenzia Nazionale dei Beni Sequestrati e Confiscati che di fatto blocca l’assegnazione di tali beni. E’ bene ribadire il concetto che si tratta di aziende che non appartengono più alla mafia ma allo Stato e dello Stato hanno bisogno, per continuare a produrre utili e mantenere inalterati i livelli occupazionali”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook