FORMAZIONE SICILIA: LAVORATORI IN SIT-IN A PALAZZO D’ORLEANS

FORMAZIONE SICILIA: LAVORATORI IN SIT-IN A PALAZZO D’ORLEANS

A Palermo lavoratori della formazione in piazza Indipendenza per un presidio organizzato dai sindacati Cgil, Cisl e Uil. I dipendenti dei vari enti regionali chiedono l'istituzione di una task force per il pagamento degli stipendi arretrati.

Print Friendly, PDF & Email

 

FORMAZIONE SICILIA: LAVORATORI IN SIT-IN A PALAZZO D’ORLEANS –

Formazione Sicilia. E’ in corso un presidio in piazza indipendenza a Palermo, dove una folta rappresentanza di lavoratori degli enti di formazione professionale partecipano al presidio organizzato dai sindacati Cgil, Cisl e Uil per chiedere l’istituzione di una task force per il pagamento degli stipendi arretrati dei dipendenti del settore. I manifestanti chiedono inoltre risposte sugli ammortizzatori sociali in deroga. In programma l’incontro a Palazzo d’Orleans di una delegazione di sindacalisti e lavoratori degli enti di formazione con l’assessore regionale alla Formazione professionale Mariella Lo Bello. Intanto altre delegazioni di lavoratori sono attese da altre provincie dell’Isola. Il responsabile regionale della Cisl Scuola, Giovanni Migliore, ha detto che: “Il Pd ha preteso l’assessore al lavoro, adesso Bruno ci dia ripsoste sugli ammortizzatori in deroga, strutturi i servizi per il lavoro e assuma i lavoratori degli sportelli multifunzionali. Il neo assessore alla formazione, invece, dia risposte sul fallimento dei progetti del Ciapi Prometeo e Garanzia giovani, che avrebbero dovuto impiegare 3.500 lavoratori degli enti. Di fatto sono al lavoro in 300 e l’ente dice di non avere soldi per pagarli”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook