Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

DELITTO VALENTINA: UDIENZA PER ARCHIVIAZIONE INDAGINE

DELITTO VALENTINA: UDIENZA PER ARCHIVIAZIONE INDAGINE

In merito al delitto di Valentina Salomone, il Gip Francesca Cercone, dopo aver ascoltato le parti, si è riservato di decidere in merito alla richiesta presentata dalla Procura Generale di archiviare l'indagine. Il legale della famiglia si è opposto chiedendo nuovi accertamenti. I familiari di Valentina sono: "Fiduciosi"

Print Friendly, PDF & Email

 

DELITTO VALENTINA: UDIENZA PER ARCHIVIAZIONE INDAGINE –

Delitto Valentina Salomone: Stamane si è tenuta l’udienza per la richiesta di archiviazione presentata dalla Procura Generale. L’inchiesta considera indagato per omicidio in concorso Nicola Mancuso. Il trentenne adranita arrestato e poi scarcerato più di un anno fa su ordinanza del Riesame, dove è accusato di essere uno degli assassini di Valentina Salamone. La giovane ragazza fu trovata morta, impiccata, nell’estate del 2010 in una villetta delle campagne di Adrano. il Gip Francesca Cercone, aperta l’udienza, ha ascoltato il sostituto procuratore generale Sabrina Gambino che ha spiegato i motivi della richiesta di archiviazione. Poi, l’avvocato della famiglia Salamone, Dario Pastore, che si è opposto all’archiviazione dell’indagine e ha chiesto al giudice un supplemento di indagine per “nuovi accertamenti tecnici”. Infatti, la famiglia chiede nuove indagini basate su alcuni reperti trovati nella scena del crimine: la maglietta, il pantaloncino e anche la scarpa. Su questa, infatti, sarebbero stati rilevati solo le tracce sulla suola e non su altre parti della calzatura indossata da Valentina. Dopo sono intervenuti i due difensori dell’indagato Nicola Mancuso. L’avvocato Salvo Burzillà ha evidenziato al giudice “l’inamissibilità dell’opposizione avanzata dalla parte offesa”. Mentre, l’altro avvocato del Mancuso, Rosario Pennisi, ha chiesto al giudice di procedere con l’archiviazione della pratica, evidenziando che “questa inchiesta nasce per un errore dei Ris di Messina, e gli errori non si approfondiscono ma si riconoscono”. Al termine delle arringhe, il Gip si è riservato di decidere ed ha sospeso l’udienza. La decisione dovrebbe arrivare entro 15 giorni, ma potrebbe anche essere depositata dal giudice prima della scadenza dei termini di legge. Presenti all’udienza i familiari di Valentina Salamone che si sono mostrati fiduciosi.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook