Archiviato in | Calcio, Sport, Sport Brevi

CATANIA CALCIO: CONTESTATORI MINACCIANO PULVIRENTI

CATANIA CALCIO: CONTESTATORI MINACCIANO PULVIRENTI

Dopo la conferenza organizzata a Torre del Grifo Il presidente del Catania è stato minacciato verbalmente. Durante l’incontro con i giornalisti Pulvirenti aveva invitato i tifosi a manifestare il dissenso direttamente contro lui e non prendersela con Cosentino

Print Friendly, PDF & Email

CATANIA CALCIO: CONTESTATORI MINACCIANO PULVIRENTI –

Responsabili della Digos della questura di Catania hanno sentito il presidente del Calcio Catania, Antonino Pulvirenti. Argomento: la presenza di ultrà nel centro sportivo Torre del Grifo dopo la sua conferenza stampa di lunedì scorso. A quanto pare, Pulvirenti, sarebbe stato gravemente minacciato per la deludente stagione della squadra, che, dopo la retrocessione, è penultima nel campionato di Serie B. Nella contestazione inscenata dagli ultrà ci sarebbero anche l’amministratore delegato Pablo Cosentino e alcuni giocatori giudicati “non degni di vestire la maglia”. Il presidente della società etnea due giorni fa, all’indomani della sconfitta interna con il Bari, ha convocato una conferenza stampa durante la quale si era assunto tutte le responsabilità inerenti alla squadra, invitando i tifosi a contestare lui e ribadendo poi la convinzione di “avere uno squadrone che tornerà nella massima serie”. Secondo quanto appreso, dopo l’incontro con i giornalisti, il gruppo di contestatori avrebbe fatto irruzione a Torre del Grifo insultando verbalmente il presidente, indirizzandogli gravi minacce. Sulla vicenda la Questura ha mantenuto uno stretto riserbo.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook