Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

SICILIA: MALTEMPO, GRAVI I DANNI A COLTIVAZIONI

SICILIA: MALTEMPO, GRAVI I DANNI A COLTIVAZIONI

Analisi della Coldiretti: "Registrato il 23% di precipitazioni in più rispetto alla media del sud Italia. Situazione grave nel Ragusano, colpiti gli ortaggi in campo e molte serre"

Print Friendly, PDF & Email

SICILIA: MALTEMPO, GRAVI I DANNI A COLTIVAZIONI –

Sicilia. Da un’accurata indagine della Coldiretti, l’autunno è iniziato con il 23% di precipitazioni in più rispetto alla media del sud Italia. Il meridione è stato flagellato da violenti temporali con pesanti danni alle coltivazioni, dalla Sicilia alla Calabria. Questa una precisa analisi della Coldiretti, sulla base dei dati Ucea, che ha effettuato una prima osservazione dei danni provocati dall’ultima ondata di maltempo. Nella nota sottolinea la Coldiretti : “in Sicilia la situazione è grave nel Ragusano dove il maltempo non ha risparmiato le zone care allo scrittore Andrea Camilleri. Da Punta Secca, residenza del commissario Montalbano sono partite infatti le trombe d’aria che hanno devastato le coltivazioni agricole nella fascia che va da Marina di Ragusa verso Siracusa. Sono stati colpiti gli ortaggi in campo e danneggiate molte serre nelle quali si coltivano pomodori, peperoni e altri ortaggi”. Anche in provincia di Palermo sono numerose le aree allagate. Sono andate sott’acqua numerose coltivazioni orticole, in particolari di meloni. Si registrano danni alle strutture agricole e alla viabilità e sono numerosi i casi di aziende isolate”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook