Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PALERMO: FONDEVANO ARGENTO BOTTINO DI RAPINE

PALERMO: FONDEVANO ARGENTO BOTTINO DI RAPINE

Scoperti e denunciati i titolari di un Compro oro. trovati in un furgone 45 lingotti del valore di circa 300 mila euro. Padre e figlio utilizzavano un magazzino a Brancaccio

Print Friendly, PDF & Email

PALERMO: FONDEVANO ARGENTO BOTTINO DI RAPINE –

Palermo. Utilizzavano un magazzino nella zona industriale di Brancaccio nel capoluogo siciliano per fondere oro e argento che potrebbe essere il bottino di furti e rapine. La polizia ha scoperto l’attività parallela di un negozio Compro Oro. Denunciati due uomini, padre e figlio, titolari dell’esercizio commerciale. L’accusa è riciclaggio e ricettazione. Gli agenti del commissariato ‘Libertà’ lo hanno scoperto in modo casuale: hanno fermato un furgone dove a bordo dello stesso sono stati trovati 45 lingotti d’argento e un lingotto d’oro il tutto per un valore di circa 300 mila euro. La scoperta del carico di metallo prezioso è avvenuta alcuni giorni fa. Da qui gli agenti si sono diretti alla sede del Compro Oro dei due uomini, nella zona stazione centrale. Nel registro di carico e scarico dell’azienda non ci sarebbe traccia della provenienza del metallo prezioso. Uno dei figli del fermato avrebbe portato, poi, gli agenti nel magazzino nella zona industriale di Brancaccio. All’interno del deposito si trovava tutta l’attrezzatura per fondere oro e argento. Su dei ripiani sono state rinvenute numerose posate d’argento. Tutto il materiale rinvenuto è stato sequestrato.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook