Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PALERMO: ON DINA SI DIFENDE DALLE ACCUSE

PALERMO: ON DINA SI DIFENDE DALLE ACCUSE

L’on. Nino Dina (Udc), parlamentare regionale, coinvolto in un'indagine che ha portato all’arresto di cinque persone ha dichiarato: "qualora dovessero emergere responsabilità personali, anche di tipo etico, senza alcuna remora rimetterò il mio mandato di presidente della commissione bilancio dell'Ars"

Print Friendly, PDF & Email

PALERMO: ON DINA SI DIFENDE DALLE ACCUSE –

Palermo. Il parlamentare regionale Nino Dina (Udc), presidente della commissione bilancio dell’Ars, coinvolto in un’indagine che ieri ha prodotto cinque arresti, così si difende: “la mia storia personale, la mia formazione, il rispetto dell’altro quale principio di vita e di libera convivenza, mi hanno posto sempre in antitesi con qualunque consorteria umana e sociale basata sulla sopraffazione e sulla mortificazione della dignità dell’uomo. La mia attività politica fatta di fatica quotidiana e di rapporti con la gente si è sempre dispiegata distinta e distante da soggetti e ambienti comprovatamente mafiosi, da zone grigie, e da soggetti che potessero far sorgere un benché minimo dubbio di appartenenza alla mafia o alla malavita organizzata. Sono sereno, perché sono forte delle mie certezze. Ma allo stesso tempo – continua Dina – sono amareggiato per le ombre che discendono da notizie di stampa che vanno analizzate, inquadrate e verificate. È per questo che in tempi brevi approfondirò presso gli organi competenti quanto appreso dalle notizie di stampa. E qualora dovessero emergere responsabilità personali, anche di tipo etico, senza alcuna remora rimetterò il mio mandato di presidente della commissione bilancio dell’Ars per rispetto delle istituzioni”. Il parlamentare regionale conclude: “comunque intendo svolgere questa azione di conoscenza temporaneamente svincolato dall’appartenenza al partito dell’Udc, mettendolo così al riparo da qualsivoglia speculazione”. Nino Dina non risulta indagato.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook