Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

SICILIA: FORTE VENTO, ISOLA IN FIAMME

SICILIA: FORTE VENTO, ISOLA IN FIAMME

Il forte vento genera incendi in tutta la Sicilia. Le fiamme imperversano su più fronti. Vasti roghi minacciano alcune case sulla collina di Vampolieri, tra Aci Catena e Aci Castello. Momenti di panico anche a Vaccarizzo le vampe negli appezzamenti vicino le abitazioni. Fuoco in diverse zone in provincia di Palermo e sulle Madonie. I velivoli Canadair in difficoltà per caricare l’acqua a causa del mare mosso.

Print Friendly, PDF & Email

SICILIA: FORTE VENTO, ISOLA IN FIAMME –

Sicilia. Il forte vento si scatena e la Sicilia s’infiamma. Molti gli incendi che divampano in molte parti dell’Isola. Nel catanese, un rogo di vaste dimensioni si dispone su più fronti. Le fiamme si sono propagate nel primo pomeriggio prima delle ore 15 tra la vegetazione locale, e minaccia alcune abitazioni sulla collina di Vampolieri, al confine tra i comuni di Aci Catena e Aci Castello, in provincia di Catania. Alcune famiglie hanno abbandonato per precauzione le loro abitazioni. Sul posto sono intervenuti, con più squadre, i vigili del fuoco del Comando provinciale etneo, che stanno utilizzando anche un elicottero per spegnere le fiamme. Un altro incendio è divampato nel primo pomeriggio nella zona di Vaccarizzo, contrada marinara di Catania a sud della città. Le fiamme alimentate dal forte vento caldo, hanno divorato sterpaglie e zone incolte. Sul posto sono presenti squadre di vigili del fuoco mezzi di polizia e autombulanze di primo soccorso. Il traffico ha subito forti rallentamenti sulla A18, un forte incendio ha invaso un tratto dell’autostrada Acireale-Catania causandone l’interruzione. Una volta intervenuti i vigili del fuoco etnei e la polizia stradale di Giardini Naxos è stata riaperta la viabilità su una sola corsia, quella di emergenza.
Roghi anche sulle Madonie. L’incendio si è sviluppato nel primo pomeriggio poco fuori dal centro abitato di Castelbuono (Palermo), si è esteso fino al fiume Pollina, al confine con il territorio di San Mauro Castelverde. Il fronte del fuoco, spiega l’assessore Manuele Martorana, è di circa 6 chilometri e continua ad avanzare sospinto dal vento di sud-ovest. Le condizioni meteo non agevolano l’intervento dei Canadair, che stanno operando sul posto insieme a Carabinieri, Forestale e Protezione civile. In tanti casi si è reso necessario l’intervento dei Canadair che a causa del mare mosso hanno avuto difficoltà ad approvvigionamento a mare. Nell’incendio di Pizzo Forbice il Corpo Forestale ha chiesto una specifica autorizzazione alla Capitaneria di porto per consentire l’approvvigionamento dei Canadair nel golfo di Palermo con l’ausilio di una motovedetta apri pista. Altri incendi interessano il Palermitano, secondo quanto informa il comando del Corpo forestale: a Valle Presti (Monreale), Vasche San Salvatore e Pizzo Forbice (Palermo), Valle Fico (Altofonte), Pizzo Ciarambella (Santa Cristina Gela), Cippi Renda e Cannizola (Monreale). I danni sono ingenti sia per le aree boscate che per le zone a macchia mediterranea e anche per i terreni agrari. In alcuni casi anche rischi per le popolazioni: a Pollina, in località Marcato Agliastro, un uomo, per diverse ore, costretto nella propria abitazione al riparo dal fumo e dalle fiamme è stato messo in salvo da una pattuglia del Corpo Forestale dopo segnalazione della moglie che chiamava il 1515.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook